Trasporto pubblico gratis in Germania

Cinque città tedesche adotteranno la proposta del Governo di rendere gratuito il trasporto pubblico per combattere l’inquinamento. Il progetto sta portando a una discussione tra favorevoli e contrari
Sebastian Gollnow/dpa/AP Images

La Germania sta cercando di trovare soluzioni alternative all’uso delle auto per combattere l’inquinamento atmosferico ed evitare così una procedura di infrazione da parte della Commissione Europea. Una delle proposte allo studio del governo è il trasporto pubblico gratis per tutti. Il progetto sarà testato in cinque città tedesche.

L’unione europea ultimamente ha preso posizioni più dure nei confronti dei paesi che non rispettano le leggi contro l’inquinamento atmosferico. Nel mese di aprile dello scorso anno la Bulgaria è stata condannata dalla Corte di giustizia europea per aver violato ripetutamente i limiti concessi. Lo stesso trattamento potrebbe capitare anche alla Germania, alla Spagna e al nostro Paese.E così il governo tedesco, in una lettera al commissario europeo all’Ambiente Karmenu Vella, ha proposto sette soluzioni tra cui il trasporto pubblico gratuito.

Questa proposta ha suscitato un fervido dibattito tra contrari e favorevoli. Al momento non c’è ancora un piano finanziario e questo preoccupa le cinque città interessate alla sperimentazione. Bonn ed Essen (le altre città sono Mannheim, Reutlingen e Herrenberg) infatti hanno deciso di non accettare la proposta senza aver conosciuto i dettagli con le coperture finanziarie stabilite a livello federale.

Contrari

Alcuni cittadini e associazioni sono contrari ai mezzi pubblici gratuiti perché – secondo loro – un’iniziativa del genere, estesa in tutta la nazione porterebbe a una perdita finanziaria legata alla vendita dei titoli di viaggio fino a dodici miliardi l’anno. Questo buco economico dovrà poi essere risanato da nuove tasse. Altro problema da non sottovalutare e la saturazione nelle ore di punta delle corse di tram bus e metropolitane: la proposta del governo sulla gratuità del trasporto pubblico aumenterebbe il numero di utenti portando alla necessità di ulteriori corse da finanziare.

Favorevoli

Chi appoggia la proposta del governo pensa che una misura del genere favorirebbe l’utilizzo dei mezzi pubblici aumentando la platea di utenti che non userebbero quindi le auto. Bisogna ricordare che alcuni comuni stanno già limitando l’uso delle diesel in città, per abbassare i limiti consentiti da legge contro l’inquinamento atmosferico. Si potrebbe favorire almeno la gratuità per pensionati, studenti e giovani.

Ma già esistono progetti simili in altre città e nazioni

Nella città di Tallinn, capitale dell’Estonia, dal 2013 autobus e tram sono gratuiti per i residenti e i tempi per gli spostamenti delle persone si sono ridotti del quindici per cento.

In Australia, Belgio, Gran Bretagna e alle Hawaii ci sono invece progetti di trasporto pubblico gratuito da anni.  Anche Bruxelles ha deciso di investire sui mezzi pubblici gratis ma solo quando il livello di polveri sottili supererà i limiti per due giorni consecutivi.

E proprio in Germania l’uso gratuito di autobus e treni è già praticato per i visitatori di partite di calcio e teatri, muniti del biglietto di ingresso valido anche per il trasporto pubblico. Vienna invece ha deciso di abbassare i prezzi dell’abbonamento, portando quello annuale al costo di 365 euro. Con 1€ al giorno puoi viaggiare quanto vuoi in tutta la città. O ancora a Tubingen da quest’anno il sabato si viaggia gratis sui mezzi pubblici in città.  Resta tutt’ora aperto il dibattito su come migliorare la qualità dell’aria nelle città tedesche.

Leggi anche

I più letti della settimana

Altri articoli

Simple Share Buttons