Ecoincentivi moto, motorini, microcar e tricicli

Previsti incentivi per rinnovare il parco circolante (in Italia l’età media dei nostri mezzi a due ruote si attesta intorno i 16 anni, il dato più vecchio d’Europa) e incentivare la mobilità a emissioni zero

Si amplia la platea nel settore della rottamazione dei veicoli a due e tre ruote euro 0, 1, 2, 3. Un emendamento al Decreto crescita approvato dalle commissioni Bilancio e Finanze della Camera prevede infatti che moto, motorini, microcar e tricicli (sidecar e apecar) possono essere rottamati utilizzando il bonus “ecoincentivo”.

In realtà già era previsto per i motocicli e i ciclomotori, già inclusi tra i mezzi incentivabili dalla legge di bilancio, ma l’emendamento approvato adesso include tutto il comparto. Non c’è più infatti il limite massimo di 11 kw di potenza (ovvero 15 cavalli).

L’obiettivo è quello di incentivare per il 2019 i cittadini a sostituire i vecchi e inquinanti veicoli (a due e tre ruote) con quelli elettrici o ibridi. Si potrà usufruire del 30% di sconto fino a un massimo di 3mila euro per gli acquisti di veicoli L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e ed L7, portando in rottamazione vecchi veicoli euro 0, 1, 2 e 3.

L’emendamento, inoltre, estende la rottamazione di questi veicoli anche a chi non è il diretto proprietario. Si potranno infatti destinare alla demolizione anche veicoli intestati a familiare conviventi che però abbiano il veicolo intestato da almeno un anno. Altra novità riguarda gli euro 3: l’incentivo infatti viene esteso anche a chi rottama un qualunque veicolo di questa categoria, mentre in passato era possibile rottamare solo per gli euro 0, 1 e 2.

Infatti a fine gennaio scorso, con la legge di bilancio sono tornati gli incentivi per la rottamazione di veicoli a due ruote fino ad euro 2. Era dal 2013 che mancavano in Italia ecoincentivi in questo settore. Una decisione che punta a rinnovare il parco circolante (in Italia l’età media dei nostri mezzi a due ruote si attesta intorno i 16 anni, il dato più vecchio d’Europa) e incentivare la mobilità a emissioni zero. Il bonus vale solo se si rottama un motorino, una moto, un triciclo o una microcar e non un’auto. Ora bisogna aspettare l’iter legislativo e l’approvazione delle due Camere affinché diventi legge a tutti gli effetti.

Leggi anche

I più letti della settimana

Altri articoli

Simple Share Buttons