Dal frammentario all’unità (Intervista di P. Lubrano)

(Intervista di P. Lubrano)
Con la pubblicazione di Frasi e incisi di un canto salutare Mario Luzi si riconferma una delle voci poetiche piu alte del nostro novecento, impegnata, come lo stesso Luzi ha avuto modo di dire, nell'arrivare «al reale, che non è mai un dato, piuttosto è una cosa da scoprire, da trovare, che si modifica continuamente. Questa capacità di penetrazione dell'apparenza, della casualità del presente, è della poesia». Tale ardita ricerca pone Luzi in viaggio e ne fa proprio il «poeta del viaggio, dell'esodo, dell'avventura vertiginosa e assoluta», nella quale «l'identità ci appare un punto da raggiungere piuttosto che un bene già acquisito».

Leggi anche

I più letti della settimana

Altri articoli

Simple Share Buttons