Volkmarsen e il suo carnevale insanguinato

Grave atto di violenza gratuita durante una delle feste più popolari al mondo. Nella cittadina tedesca 52 persone sono rimaste ferite da una macchina gettata sulla folla. Perché?
Uwe Zucchi/dpa via AP

Nella festa popolare di lunedì grasso, un autista ha lanciato la sua Mercedes contro un innocuo corteo di carnevale, a Volkmarsen, una piccola città di quasi 7 mila abitanti vicino a Kassel, nell’Assia settentrionale. Scena di orrore: l’uomo è riuscito a ferire ben 52 persone, di cui 18 bambini, non pochi gravemente. La loro sola colpa, quella di voler festeggiare allegramente, tra 700 persone mascherate, in un lungo corteo cittadino.

Come tutti gli abitanti di Volkmarsen, i feriti sono rimasti esterrefatti e rattristati per un atto incomprensibile. Secondo un comunicato della polizia emesso martedì mattina, un terzo delle persone ferite ha potuto già lasciare l’ospedale. Per prudenza, ieri sono stati annullati altri cortei di carnevale nella regione. Ieri sera, tuttavia, la stessa polizia confermava l’inesistenza di un pericolo persistente nella zona.

L’autista che ha lanciato contro la folla la sua auto come fosse un ordigno – si tratta di un tedesco di 29 anni della stessa città –, aveva fatto passare la sua macchina al di là delle barriere che dovevano bloccare il traffico e si presume che abbia lanciato apposta il suo mezzo nella folla. La macchina si è fermata dopo trenta metri di corsa sanguinaria. Poco dopo l’autista è stato arrestato dalla polizia. Tante ambulanze con il relativo personale medico si sono presi cura dei feriti sul posto.

Essendo l’autista stesso tra i feriti, non è stato possibile ancora sottoporlo ad interrogatorio. Perciò non si conosce ancora il movente del suo agire. La polizia continua ad indagare per un delitto di tentato omicidio. Non si parla ancora di terrorismo.

 

Leggi anche

I più letti della settimana

Altri articoli

Simple Share Buttons