Come vivere ed esprimere l’amore

Il contratto psicologico di relazione. Una comunicazione difficile è forse segno di un amore che stenta e viceversa
Una coppia di spalle

La conflittualità tra partner dipende dalla cattiva comunicazione o dalla mancanza di amore? La risposta a questa domanda è un po’ scontata perché una comunicazione difficile è forse il segno di un amore che stenta e viceversa. Gli esiti di una comunicazione dipendono dalla predisposizione interiore di ciascun partner, poi, con il tempo, è probabile che su questo terreno si instauri un ciclo comunicativo problematico che viaggia da sé, nel senso che le vere motivazioni dei conflitti si fanno meno chiare.

Se inizialmente si discute su temi specifici e definiti è probabile che in seguito l’obiettivo della comunicazione diventerà quello di ridefinire le norme che governano il rapporto stesso. Bisogna sapere che una relazione di coppia è solitamente regolata da una serie di presupposti di cui però i partner non sempre sono consapevoli. Sin dall’inizio essi “stabiliscono” un contratto psicologico di relazione che definisce i modi di essere insieme, le conferme e le sicurezze specifiche che ci si aspettano dall’altro.

Facciamo un esempio: «Io per te sarò come tu mi vuoi: compiacente, dipendente, adattata, ma tu per me dovrai essere sempre rassicurante, sicuro, intraprendente, razionale». La funzione di un contratto psicologico di relazione è tentare di riparare ferite antiche o rassicurarsi sulla soddisfazione di eventuali bisogni emotivi. È chiaro però che più un contratto è definito da norme e aspettative, più la relazione sarà esposta a conflittualità, specie quando uno dei partner ambisce a cambiare i termini dell’accordo.

In questi meccanismi di natura inconscia gioca una parte importante il passato di ciascuno. Sin da bambini, infatti, si acquisisce uno specifico stile di attaccamento in base all’esperienza affettiva vissuta con i genitori, alle modalità emotive della relazione. Questo modello, nelle successive relazioni adulte, verrà inconsapevolmente riattivato.

Uno stile di attaccamento è uno schema di relazione che si basa su aspettative e modi specifici di vivere ed esprimere l’affetto. In sostanza queste modalità sono caratterizzate dal grado di sicurezza o meno con cui ci si rapporta emotivamente all’altro. Alcune di queste sono la capacità di empatia, le ansie relative alla distanza psicologica dal partner e il grado di dipendenza, la capacità di regolare le reazioni emotive e di comprendere il punto di vista dell’altro. Si tratta di aspetti che rimandano all’immagine che si ha di se stessi quali persone amabili o meno, con livelli bassi o alti di autostima e di fragilità emotiva.

La sicurezza è, nel rapporto di coppia, un aspetto fondamentale, poiché garantisce la certezza di soddisfare le esigenze personali, la prevedibilità del comportamento dell’altro e la stabilità della relazione. L’evoluzione ha predisposto il nostro cervello a far fronte innanzitutto ai pericoli e alle paure, mentre la felicità che una coppia ricerca è l’eventuale conseguenza del grado di sicurezza vissuto.

 

Leggi anche

I più letti della settimana

Altri articoli

Simple Share Buttons