Tempo di dichiarazioni dei redditi

Note pratiche sul modello 730 e il modello Unico.
dichiarazione redditi
Con la primavera arriva una temperatura più mite (speriamo), ma arriva anche il tempo per le dichiarazione dei redditi. Oramai ha preso il piede il mod. 730 per i dipendenti, i pensionati e i collaboratori a progetto.

 

Si presenta al datore di lavoro o all’ente pensionistico entro il 30/4 o ad un C.A.F. o a un professionista abilitato entro il 31/5. Se già compilato la presentazione è gratuita, altrimenti vi è da pagare l’assistenza per la compilazione. È l’unica dichiarazione che può essere fatta congiunta con il coniuge. I redditi dei terreni e dei fabbricati vanno dichiarati al loro valore catastale (se non affittati) senza le rivalutazioni. Il limite per le persone a carico è rimasto a € 2.840,51.

 

La detrazione di imposta del 19 per cento è prevista per molti casi: i principali sono: spese mediche (vanno indicate senza la franchigia di € 129,11); spese funebri per i parenti col limite di € 1.549,37: spese per gli addetti all’assistenza personale per non autosufficienti col limite di € 2.100 se il proprio reddito non supera € 40.000; spese sportive praticate da ragazzi tra 5 e 18 anni col limite di € 210; spese per abbonamenti a trasposti pubblici locali col limite di € 250; le spese per gli asili nido col limite di € 632 per ogni figlio.

 

La deduzione dal reddito complessivo invece riguarda principalmente i Contributi S.S.N. sulle polizze Responsabilità Civile veicoli; i contributi per gli addetti ai servizi domestici e familiari (badanti ecc.) col limite di € 1549.37; i contributi alla Chiesa col limite di € 1.032,31; le erogazioni liberali a Onlus o ad associazioni di promozione sociale nella misura massime del 10 per cento del reddito complessivo e col limite di € 70.000 (rigo E 27 cod.3). Quest’anno vi è anche la detrazione di imposta del 20 per cento sulla sostituzione di frigoriferi e di congelatori di € 200 per ogni apparecchio e col massimo di € 1.000.

 

Per chi deve fare invece il Mod. Unico le scadenze sono: il 16/6/2010 per il pagamento del saldo IRPEF 2009 e acconto 2010; il 30/6/2010 per la presentazione cartacea a Poste o CAF; il 30/9/2010 per la presentazione telematica; il 30/11/2010 per il versamento della 2° rata IRPEF.

 

Si parla tanto di riforma fiscale, ma per ora le norme relative sono molto complicate, troppo numerose e di difficile applicazione tanto che bisogna normalmente ricorrere ed esperti per adempiere il proprio dovere di cittadino contribuente.

Leggi anche

I più letti della settimana

Altri articoli

Simple Share Buttons