Senza le famiglie questo Paese va a rotoli

Sposati da 13 anni, hanno cinque figli: Giovanni, Therese, Maddalena, Gabriele e Giorgio Maria. Quest’ultimo è affetto da sindrome di Down. Gigi è stato appena rieletto per un secondo mandato come presidente del Forum delle famiglie.

Sposati da 13 anni, hanno 5 figli: Giovanni, Therese, Maddalena, Gabriele e Giorgio Maria. Quest’ultimo è affetto da sindrome di Down. Gigi da tre anni è presidente del Forum delle famiglie, che raccoglie 19 Forum regionali e 582 associazioni

Anna Chiara, come fa con 5 figli e un marito super impegnato?
Anna Chiara. A parte la battuta di mia figlia Maddalena, che dice che il telefono è la sua fidanzata, lui è il sesto figlio. Non è importante la quantità del tempo, ma la qualità: quando arriva, lui spazza via la fatica del quotidiano, conquista cuori, sistema tensioni, porta allegria. Quando siamo a cena e non c’è papà, è tutto più triste.

Lei lavora?
Anna Chiara. Sì, da casa, mi occupo di grafica, ma principalmente di lavatrici. Certo, i miei progetti iniziali erano diversi, mi immaginavo proiettata nel mondo dell’architettura. Poi, come al solito, la vita ti stupisce. Sono tornata dal viaggio di nozze incinta, e poi sono arrivati i figli, uno dietro l’altro.

Un bell’impegno…
Anna Chiara. Questa famiglia numerosa mi ha stupito, mi ha sopraffatto, ma mi ha anche dato cose molto belle. Non posso fare paragoni con chi si dedica pienamente all’impegno lavorativo, ognuno ha la sua strada, dico solo che i miei progetti erano più semplici di quello che poi la vita mi ha dato. Ho un piccolo studio dentro casa, e cerco di far rispettare questo spazio, anche se ogni tanto ci trovo qualche giocattolo, cercano di portare lì il loro mondo.

Invece lei, Gigi, che lavoro fa?
Gigi. Sono un giornalista che si occupa di formazione alla dimensione spirituale della leadership. Nel passato ho lavorato per Avvenire e Romasette, sono stato presidente Acli e ho pubblicato 4 libri. Per un periodo ho prestato il mio servizio come assessore tecnico al comune di Roma e da tre anni sono stato eletto presidente del Forum per le famiglie.

Cosa intende per leadership?
Gigi. Tutti, volenti o nolenti abbiamo una leadership. Al lavoro, in famiglia, nella nostra associazione… Ma la domanda centrale è: la vivo pienamente? La vivo da leader? Se ognuno vivesse quello che è chiamato a fare, come una missione, il mondo sarebbe migliore. Di solito invece la formazione in questo campo porta avanti un’idea precisa: l’unica cosa che conta è raggiungere e realizzare i propri obiettivi. L’altro è un mezzo e mai un fine. Invece io sostengo che più lavori, più dai l’esempio, più “lavi i piedi” e più non solo la tua leadership cresce, ma crescono anche i risultati e le relazioni. Leadership è responsabilità, servizio, dare la vita. Per questo è importante.

Qui l’intervista integrale dal numero di Novembre della rivista Città Nuova

 

Leggi anche

I più letti della settimana

Altri articoli

Simple Share Buttons