Le novità di WhatsApp

Gli ultimi aggiornamenti che cercano di venire incontro alle richieste arrivate da più parti per cercare di aiutare gli utenti ad utilizzare lo strumento in una maniera più “ecologica”.

I gruppi di WhatsApp sono croce e delizia della famosa applicazione di chat che (quasi) tutti portiamo in tasca nel nostro smartphone e che ci permette di interagire velocemente con tantissime persone: tanto utili per coordinarsi logisticamente quanto, a volte, urticanti per l’utilizzo improprio e fuori luogo che a volte ne viene fatto.

In questi giorni WhatsApp sta aggiungendo, con l’ultimo aggiornamento, alcune funzionalità che cercano di venire incontro alle richieste arrivate da più parti per cercare di aiutare gli utenti ad utilizzare lo strumento in una maniera più “ecologica”.

Invio permesso solo agli amministratori

La novità più importante riguarda la possibilità di permettere ai soli amministratori di inviare messaggi nel gruppo, rendendo di fatto gli altri partecipanti dei semplici ascoltatori e il gruppo una sorta di canale comunicativo unidirezionale.

Questo può essere impostato, dall’amministratore, seguendo il percorso “Info gruppo”, “Impostazioni gruppo”, “Invio messaggi” e selezionando “Solo amministratori”.

Descrizione del gruppo

Una seconda possibilità è quella di aggiungere la descrizione del gruppo, ovvero un breve testo che apparirà dentro alla schermata “Info gruppo” e che permette di comunicare lo scopo, le regole e l’argomento del gruppo.

Questa funzionalità può tornare utile nell’evitare di dover ripetere alcune comunicazioni basilari ogni volta che un nuovo utente entra nel gruppo, perché in presenza della descrizione, essa gli verrà mostrata in automatico in cima alla chat.

Chi può modificare informazioni del gruppo

Da questo momento in poi gli amministratori potranno anche definire quali partecipanti del gruppo possono cambiare le informazioni relative al gruppo, e quindi l’oggetto (la scritta che visualizziamo nella lista delle chat), l’immagine e la descrizione del gruppo.

Raccolta delle menzioni

Un ruolo fondamentale, soprattutto nei gruppi più numerosi, lo hanno le menzioni. Avevamo già visto in passato come è possibile utilizzarle. La novità introdotta con gli ultimi aggiornamenti è quella che se si è rimasti inattivi da una chat di gruppo per un po’ di tempo è possibile visualizzare i messaggi in cui qualcuno ci ha menzionati e quelli di cui abbiamo avuto risposta semplicemente utilizzando il nuovo tasto @ posto nell’angolo in basso a destra della chat.

Cercare gli utenti di un gruppo

Sempre per i gruppi numerosi WhatsApp ha introdotto una nuova funzionalità che permette di ricercare nella schermata “Info gruppo” i partecipanti al gruppo.

Revocare privilegi degli altri amministratori

Ultima novità, gli amministratori possono revocare i privilegi di amministratore del gruppo ad altri amministratori e chi ha creato il gruppo non può essere rimosso dal gruppo che ha iniziato (ma può sempre abbandonarlo di sua spontanea volontà).

Il prossimo passo dovrebbe essere quello che ci permetterà di decidere di non poter essere re-inseriti nei gruppi che abbiamo deciso di abbandonare.

Le “buone maniere di WhatsApp”

Se WhatsApp cerca di venire incontro agli utenti inserendo nuove funzionalità per limitare l’utilizzo improprio dei gruppi, dall’altra parte è sempre bene ricordare che molto del lavoro da fare, per renderli “ambienti ecologici”, tocca a noi.

I gruppi di WhatsApp, infatti, sono degli ambienti che se ben usati possono davvero favorire il dialogo e far risparmiare tempo.

Ecco allora alcuni suggerimenti per utilizzare in maniera positiva questo strumento:

  • non inserire qualcuno nel gruppo senza aver preventivamente ottenuto il consenso della persona, soprattutto quando si mettono in comunicazione in un contesto allargato persone tra loro sconosciute.
    Nei gruppi tutti possono vedere il numero di cellulare dei partecipanti, ma questo è un suo dato sensibile che qualcuno ti ha affidato: usalo con cura.
  • se sei l’amministratore, crea delle regole (poche, chiare, semplici) e inseriscile nella descrizione del gruppo, così ogni nuovo partecipante le potrà leggere al suo primo accesso nel gruppo
  • ogni elemento multimediale che invii andrà ad appesantire la memoria del cellulare delle altre persone (e anche la tua) … pensaci, prima di inviarlo.
  • ricorda che ogni invio di un messaggio è una nuova notifica sul cellulare delle altre persone. Finisci di scrivere il messaggio, rileggilo e poi invialo una sola volta. Niente cose come “ciao [invio] come [invio] state [invio] ? [invio]”
  • utilizzare i gruppi per il loro scopo, senza divagare troppo: se hai qualcosa da dire in particolare ad una persona che non interessa la collettività, utilizza la chat personale
  • ricorda: dall’altra parte c’è sempre una persona, e non sai che cosa sta vivendo: conta fino a 10 prima di rispondere, ed eventualmente chiarisci in privato

Ovviamente sono dei suggerimenti generali, che vanno poi adattati al contesto e allo spirito ed uso del gruppo. Se ne avete altri, scriveteli nei commenti!

Leggi anche

I più letti della settimana

Altri articoli

Simple Share Buttons