L’altro, valore o prezzo? Riflessioni sul «problema Adam Smith»

A più di due secoli dalla sua morte, Adam Smith, l'Adamo degli economisti, continua ad essere al centro del dibattito metodologico in economia. Lo scritto analizza due libri, Ordine senza piano, del sociologo Lorenzo Infantino, e Genesi imperfetta, del filosofo Adelino Zanini, lavori che ripresentano l'antico «problema Adam Smith», espressione con la quale nella metà del secolo scorso gli economisti indicavano la complessità del rapporto tra lo Smith moralista (La Teoria dei Sentimenti Morali, 1759) e lo Smith economista (La Ricchezza delle Nazioni, 1776). Nei libri in esame, i due studiosi partono sostanzialmente da questa stessa domanda. Entrambi infine arrivano ad affermare una continuità nel progetto smithiano, ma l'unità viene dai due autori individuata in modo radicalmente diverso. È su questa diversità, che investe i fondamenti filosofici della scienza economica e il rapporto tra etica ed economia, che è incentrato l'articolo.

Leggi anche

I più letti della settimana

Altri articoli

Simple Share Buttons