YouPol, l’app contro bullismo e droga

La prima app presentata dalla Polizia di Stato è uno strumento nuovo, pensato soprattutto per responsabilizzare i ragazzi, ed aiutarli a denunciare situazioni di pericolo

È stata presentata in diverse regioni d’Italia la prima app della Polizia di Stato denominata YouPol, che permetterà a tutti i cittadini di denunciare, anche in tempo reale, casi di bullismo o di spaccio di droga. La App, facilmente scaricabile su smartphone e tablet, sostituisce i vecchi sms, utilizzati ben poco dai giovani per comunicare alle Questure competenti i casi di illecito.

Utilizzando uno strumento che fa parte della quotidianità dei ragazzi, infatti, si cerca di avvicinarli, responsabilizzarli e renderli cittadini più consapevoli e impegnati nella sicurezza. In situazioni di difficoltà infatti, come essere testimoni diretti di un caso di bullismo o di spaccio di droga, spesso i cittadini in generale hanno paura di intervenire e preferiscono voltarsi dall’altra parte, YouPol cerca di combattere proprio l’indifferenza e di dare la possibilità alle persone di chiedere aiuto velocemente.

Anche per questo l’utilizzo di YouPol è molto semplice: una volta scaricata la app, è possibile registrarsi inserendo i propri dati o semplicemente iscrivendosi in maniera anonima. Dare la possibilità di mantenere l’anonimato può aiutare soprattutto i più giovani a denunciare senza aver paura di essere riconosciuti o contattati. Così, quando si è davanti a un caso di bullismo o di spaccio, tramite l’app è possibile inviare un video, una foto o un messaggio che verrà raccolto e immediatamente esaminato dalla Questura competente. Grazie alla geolocalizzazione infatti ogni dato inviato verrà ricevuto dalla Questura più vicina così da dare anche la possibilità alla polizia di intervenire immediatamente.

L’App prevede anche un pulsante per la chiamata di emergenza che mette subito in collegamento l’utente e il commissariato di Polizia. Inoltre, nelle pagine della app è possibile trovare velocemente il numero antibullismo e leggere alcuni brevi consigli su come comportarsi quando si è vittime di bullismo o cyberbullismo.

YouPol è un modo di avvicinarsi ai cittadini, cercando di cambiare un atteggiamento passivo nei confronti del prossimo in un comportamento attivo verso chi ha bisogno di aiuto. Oltre a richiedere un intervento immediato infatti, l’App può essere utilizzata in modo preventivo, segnalando episodi che coinvolgono noi stessi, amici, conoscenti o estranei, solo chiedendo aiuto in tempo infatti si può cercare di prevenire una situazione che potrebbe complicarsi o degenerare.

Leggi anche

I più letti della settimana

Altri articoli

Simple Share Buttons