WhatsApp cancellerà i nostri messaggi?

Alcune notizie segnalano che da novembre le vecchie chat verranno cancellate: ecco cosa c’è di vero e cosa dobbiamo fare per conservarle.

Da qualche giorno girano articoli un po’ allarmistici che ci avvisano del fatto che a novembre WhatsApp cancellerà i nostri vecchi messaggi. Si tratta però di una mezza verità, perché ciò che WhatsApp provvederà a cancellare a novembre sono i backup delle chat più vecchi di 1 anno presenti nel nostro spazio virtuale di Google Drive.

Molti dei nostri ricordi sono memorizzati sul nostro smartphone, e più precisamente nelle cartelle di WhatsApp. Il backup è quello strumento che ci permette di non disperarci e recuperare tutte le nostre conversazioni quando, per qualche motivo, pensiamo di aver perso tutto attraverso un’azione maldestra, o perché ci si è rotto improvvisamente il telefonino o l’abbiamo perso.

Come funziona il backup di WhatsApp
Il backup di WhatsApp prevede due diverse modalità: quella “locale” e quella su Google Drive. La modalità locale è la più semplice: se trova il nostro cellulare acceso durante la notte, WhatsApp esegue automaticamente una copia di backup direttamente sul nostro smartphone, creando un file che contiene tutte le nostre conversazioni e un riferimento agli elementi multimediali. WhatsApp è così preoccupato di non farci perdere nulla che conserva una copia di backup per giorno degli ultimi 7 giorni.

Il backup locale può essere effettuato anche manualmente in un determinato momento della giornata, permettendoci così di “fissare” la situazione attuale. Questa è la soluzione ottimale quando ci stiamo preparando per spostare WhatsApp su un nuovo smartphone e non vogliamo perdere neanche uno degli ultimi messaggi che abbiamo ricevuto.

Per creare un nuovo backup locale è sufficiente andare in “Impostazioni”, selezionare la voce “Chat”, ”Backup delle chat”, “Esegui backup”.

Pochi sanno che oltre alla modalità “manuale” che salva le chat direttamente sul nostro smartphone, WhatsApp ci permette di salvare i nostri dati anche sulla “nuvola” di Google Drive, quello spazio virtuale di archiviazione in dotazione di tutti i possessori di un account Google (quello a cui accediamo tramite il nostro indirizzo @gmail.com), a cui tutti i possessori di smartphone Android (Samsung, LG, Huawei, etc) sono collegati automaticamente.

Questa seconda modalità di salvataggio ci può tornare molto utile nel caso volessimo ripristinare WhatsApp in una situazione in cui non possiamo accedere al backup locale, che è purtroppo statisticamente la maggioranza delle volte.

Il backup su Google Drive viene eseguito contestualmente a quello manuale secondo la cadenza che abbiamo impostato nella parte in basso della stessa schermata delle impostazioni già citata.

Solitamente la scelta predefinita è impostata su “mensile”, mentre se impostiamo sulla voce “mai” stiamo dicendo a WhatsApp che non vogliamo fare un backup “online”. L’altra voce importante è quella individuata da “Backup tramite”, che ci permette di scegliere in quali situazioni il backup viene avviato, ovvero se solo in presenza di una connessione Wi-Fi (scelta migliore, perché solitamente le reti Wi-Fi vengono utilizzate per “ripetere” la linea veloce di un abbonamento) oppure se sia in presenza di Wi-Fi che connessioni dati (scelta sconsigliata, perché il backup è solitamente molto corposo e può “rubare” molto dei nostri Giga mensili di Internet).

smartphone-569076Cosa succede da novembre
Il backup fatto su Drive è composto da un file molto corposo che “si mangia” gran parte dello spazio che abbiamo a disposizione sul nostro “hard-disk nella nuvola” di Google. Per questo WhatsApp e Google hanno trovato un accordo che prevede il fatto che i backup della famosa app non vengano conteggiati nel conto dello spazio utilizzato su Drive. In cambio di questo Google ha disposto che tutti i backup più vecchi di 1 anno vengano cancellati in automatico.

Quindi, da novembre non perderemo tutte le nostre vecchie chat, che continueranno a rimanere sul nostro telefonino, ma se non facciamo nessun backup rischiamo di veder cancellati i backup meno recenti che si trovano online – quelli “manuali” salvati sul nostro smartphone non verranno toccati.

Come abbiamo già detto, avere un backup online ci permette di recuperare i nostri dati nel caso non sia possibile accedere a quelli presenti fisicamente sul nostro smartphone. È una buona cosa, allora, da qui a novembre, fare un backup su Drive in modo che se anche le “pulizia d’autunno” andranno a cancellare dei vecchi backup, ci sia sempre online una copia di un backup, per giunta più recente.

Come farlo? È sufficiente andare in “Impostazioni”, selezionare la voce “Chat”, ”Backup delle chat”, “Esegui backup” in un momento in cui siamo collegati ad una rete Wi-Fi.
Buon backup a tutti!

 

Leggi anche

I più letti della settimana

Altri articoli

Simple Share Buttons