Il vescovo che sa il nome di tutti i preti milanesi

Arriva in bicicletta il successore di Angelo Scola alla guida della diocesi più grande del mondo: è l’attuale vicario generale, Mario Delpini, a sedere alla cattedra che fu di Ambrogio e Carlo.

Delpini, nativo di Gallarate, è stato ordinato sacerdote dal cardinal Colombo nel 1975, eletto vescovo titolare di Stefaniaco nel 2007, ordinato dal cardinale Tettamanzi. Già rettore maggiore del seminario arcivescovile di Milano e vicario episcopale, nel 2012 è stato nominato vicario generale dal cardinale Scola, il quale da oggi assume l’incarico di amministratore apostolico della diocesi, che manterrà fino alla presa di possesso della sede da parte del nuovo arcivescovo.

La diocesi ambrosiana è la più grande del mondo: 1.110 parrocchie, sei milioni di anime. «La mia attenzione ora si concentra sulla mia inadeguatezza – ha esordito il nuovo vescovo –. Milano con la sua tradizione ha la capacità di immaginare una popolazione composita, ma capace di vivere insieme in una comunità in cui nessuno si senta straniero o non supportato. La città metropolitana e la diocesi devono interrogarsi su qual è la società del futuro. Io mi sento smarrito di fronte a questa molteplicità di condizioni e di fedi. Impariamo ad ascoltare lingue per noi difficili da capire, ma che sono quelle dei cittadini del futuro».

I sacerdoti della diocesi stimano molto don Mario. Casa sua sono alcune stanze ricavate nella casa del clero, dove vive assieme a confratelli per lo più anziani. In città anche da vescovo si è sempre spostato in bici e caschetto: è un uomo sobrio, gentile e determinato.

Conosce poco il mondo dei social, ma sa il nome di tutti i sacerdoti della sua diocesi. Un vescovo sullo stile di papa Francesco, attento alle persone, umile. Coraggioso e determinato, che saprà condurre il popolo a lui affidato verso i traguardi che ognuno sente nel proprio cuore.

Mentre per Scola, i prossimi due mesi saranno di preparativi per il trasferimento nella chiesa di San Giorgio, a Imberido, frazione di Oggiono, nel lecchese, dove vuole concludere il suo ministero. Tantissimi i messaggi di auguri al nuovo vescovo. Tra i primi ad arrivare quelli del sindaco: «Desidero augurare buon cammino a monsignor Mario Delpini – ha fatto sapere Giuseppe Sala salutando il nuovo pastore della Chiesa Ambrosiana –. Gli assicuro fin d’ora la mia piena collaborazione in un ministero che dovrà affrontare le tante sfide di un periodo complesso come l’attuale. L’auspicio è di costruire la stessa consonanza di valori, stile e percorsi che ha caratterizzato il lavoro svolto con Angelo Scola. A lui che, dall’Expo fino alla visita del Santo Padre, ha guidato i nostri cuori e le nostre menti sulla strada di un nuovo umanesimo, il ringraziamento mio e di tutti i milanesi».

 

Leggi anche

I più letti della settimana

Altri articoli

Simple Share Buttons