“Nella Genesi la prima fake news”

In occasione della 52sima giornata delle Comunicazioni sociali, papa Francesco invita i giornalisti a combattere le notizie false con la verità, facendosi promotori di un giornalismo di pace. Il messaggio integrale, da Vatican.va
ANSA/ALESSANDRO DI MEO

Cosa sono le “fake news“? Come riconoscerle? Come combatterle? Ne parla papa Francesco nel suo messaggio agli operatori della comunicazione, invitando nel contempo i giornalisti a “promuovere un giornalismo di pace”: non un giornalismo “buonista”, che neghi l’esistenza di problemi gravi e assuma toni sdolcinati,  ma “un giornalismo senza infingimenti, ostile alle falsità, a slogan ad effetto e a dichiarazioni roboanti; un giornalismo fatto da persone per le persone, e che si comprende come servizio a tutte le persone, specialmente a quelle – sono al mondo la maggioranza – che non hanno voce; un giornalismo che non bruci le notizie, ma che si impegni nella ricerca delle cause reali dei conflitti, per favorirne la comprensione dalle radici e il superamento attraverso l’avviamento di processi virtuosi; un giornalismo impegnato a indicare soluzioni alternative alle escalation del clamore e della violenza verbale”.

Clicca qui per leggere il messaggio integrale del papa.

Leggi anche

I più letti della settimana

Altri articoli

Simple Share Buttons