Mama Chat aiuta le donne online

Il primo sportello gratuito in Europa che aiuta le donne in difficoltà: è rivolto a ragazze e donne che hanno bisogno di essere ascoltate. Dall’altra parte della chat si trovano esperti di salute psicologica, sociale e diritti femminili e di famiglia. Intervista a Margherita Fioruzzi, presidente Mama Chat

5bcdfca875321-1

Come nasce l’idea di Mama Chat?

L’idea nasce dal connubio delle esperienze lavorative mie e del mio socio Marco Menconi. Lui è consulente digitale, ha lavorato per Google ed è manager esperto digital, mentre io sono psicologa con specializzazione in diritti dei bambini e delle donne, ho lavorato nel terzo settore ed è lì che è nata la mia esperienza nel campo del no profit.

 

Dall’idea al progetto…

Tra le mie esperienze c’è Save the Children, per la quale ho lavorato 3 anni, ma l’ultimo anno a Quarto Oggiaro mi ha segnata particolarmente. Sono stata a contatto con donne e mamme con fortissimi bisogni psico-sociali, alcune vittime di violenza e maltrattamenti, anche psicologici, con scarsa conoscenza dei loro diritti e un supporto che c’era solo quando i centri e gli sportelli erano aperti. Ma una cosa che accomunava queste giovani donne italiane e straniere, era il fatto di essere sempre connesse con il cellulare. Ho notato questo bisogno e questo gap, le informazioni su Internet non sono sempre chiare e chi ha bisogno di un supporto non sempre se la sente di uscire di casa per andare al centro e rischiare di farsi vedere.

Marco è la mente digitale e tecnica dietro a Mama Chat, il fatto di essere i primi ad aver creato un servizio di questo tipo ha comportato molte analisi e studio da parte nostra, per garantire uno strumento di qualità e che fosse realmente accessibile. Chiaramente i contenuti poi sono stati strutturati insieme alla nostra équipe di psicologhe, e il servizio che oggi è online da fine novembre 2017, grazie al potere della Rete, conta già più di 3 mila chat effettive in cui abbiamo aiutato le donne ad uscire dalle loro difficoltà, gratuitamente.

 

Come funziona Mama Chat?

In modo molto semplice, si arriva sul nostro sito dopo una ricerca di aiuto su Internet. Il sito offre due possibilità: scrivere in chat durante gli orari di turno che sono esposti tutti i giorni, oppure inviarci un’email. La chat compare in basso a destra ed è anonima e gratuita, non vi è infatti il bisogno di registrarsi, è necessario però scrivere quando siamo online per parlare con noi, altrimenti va lasciata il proprio indirizzo email e si viene ricontattati nell’arco della giornata.

 

Quali sono i punti di forza di una chat di aiuto online?

Il fatto di aver ideato una chat anonima e gratuita permette alle donne di chiedere aiuto in maniera più facile e protetta, come non è mai stato possibile prima di Mama Chat. La protezione e la discrezione dello schermo permettono a chiunque di parlare di ciò che imbarazza o spaventa, senza sentirsi giudicati o senza incorrere nel pericolo di essere visti o sentiti.

Inoltre, il fatto di avere un contatto con delle psicologhe e volontarie del settore, permette di accedere a informazioni corrette in maniera facile e diretta, senza lunghe file o prenotazioni, si raggiunge finalmente ciò che è importante. A volte basta poco per salvare una donna da una condizione critica, con Mama Chat basta un click.

 

Quali sono le tipologie di donne/ragazze che vi contattano più frequentemente e quali i problemi per cui chiedono aiuto?

L’età media va dai 25 ai 44 anni, che rispecchia infatti la media italiana di donne che utilizzano Internet. Ci scrivono mamme e donne e moltissime ragazze che cercano aiuto e ascolto per motivi di salute psicologica (molte con disturbi alimentari, disturbi di ansia e panico e depressione), vittime di violenza domestica e di violenza psicologica, donne che non hanno realizzato appieno la gravità della situazione in cui sono o che non hanno mai avuto modo di chiedere aiuto in modo semplice.

Molte donne vittime di violenza non sono consapevoli di essere vittime, pensano, proprio perché manipolate e rese totalmente dipendenti e nel dominio del partner, che sia normale che lui le minacci, le umili, le tenga isolate dal resto del mondo. È una manipolazione mentale crudele, estremamente pericolosa e diffusissima, se non si crea consapevolezza e non si dà coraggio a parlarne e uscirne in fretta, sfocia in violenze fisiche gravi. Mama Chat accoglie centinaia di questi casi.

 

Siete contattati solo da donne?

Ci scrive anche qualche uomo, e noi ovviamente offriamo ascolto e informazioni a tutti proprio perché la nostra missione è diventare uno sportello di ascolto e orientamento facilmente accessibile da chi ne ha più bisogno. Abbiamo comunque scelto di occuparci principalmente di tutte le tematiche femminili di salute psicologica e psico-sociale: salute mentale, maternità, disturbi alimentari, violenza e maltrattamenti, supporto alle famiglie.

 

Chi sono i professionisti che rispondono?

Sono tutte psicologhe professioniste ed esperte del settore. Il valore aggiunto del nostro servizio è proprio il fatto che chi risponde è formato per sostenere una persona in stato di fragilità. Siamo molto attente alla qualità del supporto che offriamo e siamo in continua formazione e aggiornamento tra di noi. Siamo ormai un team di 14 psicologhe volontarie, con l’obiettivo di aggiungere turni e orari di disponibilità online per poter rispondere a sempre più persone, anche se per questo è necessario trovare sostenitori e donatori che, anche con un piccolo gesto, ci aiutino nella nostra missione.

 

Si arriva a delle vere e proprie terapie online o le psicologhe indirizzano le donne verso centri specializzati?

La chat non consente di offrire una seduta di terapia, e noi siamo molto chiare su questo punto. La chat offre uno spazio protetto per essere ascoltate e ricevere informazioni e orientamento circa la propria situazione. Non è ovviamente il contesto adatto per un colloquio psicologico. Dunque, la chat funge da sportello, di ascolto in primis, per analizzare la situazione: il livello di gravità e alcune caratteristiche importanti, per poi capire insieme all’utente se desidera rivolgersi a un centro nel suo territorio.

 

Come si è evoluta la chat nel tempo?

Abbiamo deciso di inserire delle terapie online a tariffe agevolate, a partire dal mese di maggio. Si potrà effettuare un colloquio psicologico con una delle nostre psicoterapeute tramite video. Abbiamo voluto inserire questo ulteriore servizio per dare un’alternativa a quelle mamme che non possono uscire di casa facilmente con un neonato, alle persone con disabilità e alle centinaia di utenti che si trovano bene con la nostra équipe e richiedono di poter essere seguite in maniera più approfondita.

eb53684d-74dc-49e7-a9fd-c391e7d79a69-1

Avete avuto riscontri positivi?

Moltissimi per fortuna. Donne che ringraziano Mama Chat tutti i giorni. Moltissime di loro hanno contattato un centro anti-violenza di cui prima non conoscevano l’esistenza, o che prima non avevano considerato di chiamare. Molte donne che si recano ai consultori per la prima volta, o che grazie alle informazioni che offriamo loro si decidono a chiedere aiuto e a prendere in mano la propria situazione. L’empowerment femminile è uno degli strumenti che noi usiamo di più in chat, dando modo alle donne di rendersi consapevoli e indipendenti circa la loro vita e la loro difficoltà del momento. Ogni donna che viene in contatto con noi trova un’ancora di salvezza nel mezzo di una tempesta emotiva e psicologica, dove altri non erano mai riusciti ad arrivare; noi tramite il nostro sito riusciamo a raggiungere l’intercettato e promuovere salute e benessere.

 

E avete ricevuto anche dei riconoscimenti…

Siamo stati riconosciuti per questa innovazione al Wired Next Festival 2018, Mama Chat è stata premiata come Migliore Startup del Welfare.

 

Chi crede nel nostro progetto può donare sul nostro sito www.mamachat.org/sostienici per fare la differenza per migliaia di donne.

Leggi anche

I più letti della settimana

Altri articoli

Simple Share Buttons