Lungo il Tevere il teatro non va in vacanza

Quest’anno chi resta a Roma durante l’estate, ha un’offerta speciale: fino al 28 agosto, ogni domenica, sulle sponde del biondo Tevere si alternano le voci più irriverenti, innovative, divertenti e rinfrescanti della scena contemporanea romana

A Roma, quest’estate, eventi di ogni genere si moltiplicano nei luoghi più suggestivi e le agendine sono piene di appunti su cose da fare o da vedere. Imperdibile è Lungo il Tevere Teatro, una rassegna ideata da La Vela d’Oro, associazione culturale che ogni anno cura l’allestimento di performances sul Lungotevere, tra Ponte Sisto e Ponte Sublicio. Intrattenimenti di vario genere si alternano sul piccolo palco, di fronte a una platea di sedie in plastica da bar: musica, readings, arte e teatro. Soprattutto teatro, la cui direzione artistica è affidata all’attrice romana Cristiana Vaccaro.

È un luogo informale, accogliente, intimo e allo stesso tempo aperto, dove «C’è gente venuta a posta per me, c’è gente che non mi conosce ma ha visto che è gratis, gente che si sente sola d’estate e si piazza seduta un’ora prima dell’inizio – scrive Claudio Morici, autore e performer, già alla sua terza partecipazione alla rassegna –. Soprattutto c’è gente che si ferma mentre passeggia. Questo tipo di esperienza non puoi viverla in teatro e neanche nei locali. Riuscire a fermare la gente mentre passeggia per qualcosa che stai dicendo a un microfono è sempre un grande sfida per me. Non sempre ci riesco. Lì vedi lì davanti a te, mentre parli, in diretta: o li fermi o non li fermi, il resto so’ chiacchiere».

Un’esperienza di teatro che recupera la sua dimensione più popolare e di strada, senza però rinunciare alla profondità e all’attualità dei contenuti, trattati col garbo, l’ingegno e l’ironia di una nuova generazione di autori che racconta il mondo così com’è, ma con un’irrinunciabile prospettiva poetica.

Il 5 agosto sarà la volta dei DoppioSenso Unico, compagnia teatrale composta da Ivan Talarico e Luca Ruocco, che propongono un adattamento del loro Il successo non è successo: un reading acrobatico, in cui il gioco di parole, il paradosso e l’accompagnamento musicale estemporaneo ruotano intorno al tema del fallimento e dell’attesa.

 

Ogni domenica di agosto, Lungotevere Roma, Ingresso gratuito

Leggi anche

I più letti della settimana

Altri articoli

Simple Share Buttons