La verità non si può incapsulare: limiti e frontiere nella e della matematica.

In questo breve intervento vorrei toccare il tema del limite nella matematica, sia come contenuto formale (il concetto formale di limite come oggetto di studio della matematica, considerato in modo particolare qui nella sua valenza epistemologica), sia su livello meta-teorico (il limite conoscitivo inerente alla matematica e ad ogni sistema formale). Ci si potrebbe domandare, prima di iniziare, quanto una definizione formale nata in campo matematico abbia qualcosa da offrire ad una discussione interdisciplinare come la nostra oggi. Secondo il noto logico Willard Quine, il limite è stato definito dai matematici con un processo analogo a quello utilizzato da una persona che, con spirito filosofico, cerca di esprimere o analizzare un’idea qualsiasi non ancora formulata in modo adeguato. Non si pretende di trovare un sinonimo, ma fissandoci su quelle proprietà particolari dell’espressione che sono a noi utili e basilari, inventiamo un modo per esplicarle in termini chiari ed adeguati al nostro scopo.

Leggi anche

I più letti della settimana

Altri articoli

Simple Share Buttons