La perla preziosa

Nell’Inno all’amore pubblicato nel volume Amare è dare tutto. Testimonianze (Città Nuova, 2015), il cardinale Jðao Braz de Aviz definisce la vita consacrata una perla preziosa, tutta da scoprire
Religiosi in comunione

Il dono che ci ha fatto Papa Francesco di dedicare un anno (30 novembre 2014 – 2 febbraio 2016) alla vita consacrata ha risvegliato ovunque una nuova attenzione per questa speciale forma di vita cristiana condivisa da poco meno di un milione di donne e uomini di ogni parte del mondo.

 

Questa raccolta di testimonianze, che viene diffusa proprio in coincidenza dell’Anno della vita consacrata, è come una sinfonia gioiosa e piena di luce: ogni pagina ha la sua nota distintiva, perché porta l’impronta di un atto di amore personale, esclusivo di Dio, e dunque di una risposta altrettanto personale e diversa da quella di qualunque altro.

 

È una «galleria» di donne e uomini normali, persone di ogni età conquistate dall’amore di Dio, che hanno risposto con slancio alla sua chiamata e conservano nel cuore e negli occhi quello sguardo d’amore che li ha un giorno fatti innamorare di Lui. Con la loro esistenza, tra le mura di un monastero o per le strade e nelle case dei poveri, gridano al mondo che Dio ha riempito la loro vita, ha dato risposta ai loro ideali più profondi, è la ragione del loro vivere quotidiano nel servizio a Lui e ai fratelli e sorelle.

 

Insomma: ci mostrano che Dio può rendere felice un uomo, una donna, più di ogni altra cosa pur bella e buona che il mondo possa promettere e offrire.

 

Se Papa Francesco chiede alle consacrate e ai consacrati: «Svegliate il mondo!», questo piccolo libro è come un potente squillo di tromba che chiama l’attenzione verso questa «perla preziosa» che è la vita consacrata nella Chiesa e la fa apparire nella sua bellezza e attrattiva anche per il mondo contemporaneo. Veramente, leggendo queste pagine, viene spontaneo esclamare: Dio sta tornando «di moda» anche in questa nostra Europa che pare così distratta e lontana dall’orizzonte del Vangelo!

 

Questi uomini e donne, semplici e gioiosi, gridano a tutti che vale ancora la pena lasciare tutto per seguire Cristo e donarsi per Lui al prossimo.

 

Benedetto XVI ad Aparecida (Brasile), nel 2007 ci ha ricordato: «La Chiesa non cresce per proselitismo, ma per attrazione». La bellezza e la gioia che traspaiono da queste testimonianze di vita ci fanno sperare in una nuova primavera per la Chiesa e in special modo per la vita consacrata.

 

Da AAVV. Amare è dare tutto. Testimonianze (Città Nuova, 2015)

 

Leggi anche

I più letti della settimana

Altri articoli

La timpana

Simple Share Buttons