La Germania fuori, il Brasile avanza

Il Mondiale regala ancora sorprese. Tedeschi battuti 2-0 dalla Corea del Sud, escono per la prima volta nella fase a gironi di un Mondiale. Nel Girone E vincono i carioca, seguiti dalla Svizzera.
Tedeschi sotto shock
Possiamo ormai definirla come una vera e propria maledizione: dopo l’Italia nel 2010 e la Spagna nel 2014, anche la Germania è vittima di quello che sta diventando un vero e proprio sortilegio: la maledizione dei Campioni in carica continua, diventando quasi una legge non scritta, e lo fa nella maniera più clamorosa. I tedeschi, per la prima volta nella storia, vengono sbattuti fuori nella fase a gironi di un Mondiale. Squadra irriconoscibile, quella guidata (forse per l’ultima volta) da Joachim Loew in panchina: giocatori lenti, prevedibili e senz’anima, si sono consegnati a una Corea del Sud che ha onorato alla grande questa competizione, nonostante una eliminazione prematura.
Continua a leggere l’articoloil-brasile-supera-la-serbia-ai-mondiali-di-russia-foto-apBrasile pronto ad affrontare il Messico
Il Brasile vince la partita e guida gruppo E chiudendo polemiche, potenziali processi e conti della fase eliminatoria: affronterà il Messico a Samara dopo avere regolato per 2-0, con un gol per tempo, la Serbia di Milinkovic Savic, con una “chicca”: brilla la stella Coutinho, trequartista scartato dall’Inter in giovane età e ora titolarissimo della Seleçao, il quale è da stasera il primo brasiliano dopo Pelé (era il 1958) a collezionare gol o assist in ognuna delle prime tre gare. La Serbia punta sin dalle prime battute su solidità e compattezza, me le accelerazioni di Neymar ne squassano la struttura: una delizia la sua intesa con Coutinho, che già a metà della prima frazione innesca col contagiri Paulinho lanciato nel buco centrale della difesa slava, seminando Kostic e sfruttando un sapiente contromovimento di Gabriel Jesus che porta via i centrali.

Leggi anche

I più letti della settimana

Altri articoli

Simple Share Buttons