“Sinfonie dal Nord al Sud” arriva nella periferia romana

Gli studenti e le studentesse del liceo musicale e coreutico Seraphicum di Roma e del liceo Christianeum di Amburgo si esibiranno insieme a Roma il 14 e il 16 maggio 2024, presso i locali del “Calcio sociale” al Corviale e nell’Anfiteatro del Goethe Institut. Uno scambio culturale che valorizza la musica classica come strumento educativo e di emancipazione

Dal 12 al 17 maggio 2024, 86 studenti dell’orchestra sinfonica del liceo Christianum di Amburgo faranno un’esperienza di scambio culturale a Roma e si esibiranno in tre concerti sinfonici in collaborazione con 10 studenti del complesso scolastico Seraphicum di Roma. L’iniziativa è promossa da Jeunesses Musicales Deutschland (la sezione tedesca dell’associazione internazionale per l’incontro pacifico e costruttivo di giovani musicisti) e dal Ministero federale tedesco per la famiglia, gli anziani, le donne e la gioventù. L’obiettivo è quello di «trovare nuovi motivi di entusiasmo per la musica classica: una delle fondamenta culturali dell’Europa».

Il 14 maggio alle 19:00 ci sarà la prima esibizione di “Sinfonie dal Nord al Sud”, a ingresso libero e gratuito, presso il “Calcio Sociale” di Corviale. In questo quartiere periferico nel municipio XI della Capitale, caratterizzato dalla presenza di un complesso residenziale popolare lungo un chilometro, la Onlus “Calcio Sociale” utilizza il gioco del calcio come strumento di crescita personale. In occasione di questo evento offrirà a titolo gratuito i propri locali per il concerto sinfonico. Il 16 maggio alle 17 e alle 20 due repliche presso il Goethe Institut.

La scelta di esibirsi al Corviale lega il mondo della musica classica, ancora fortemente elitario in entrambi i Paesi, al valore della solidarietà. Sulla scia di iniziative come il modello didattico musicale “El Sistema” elaborato in Venezuela, l’evento si propone di allargare l’orizzonte della musica classica a nuovi contesti.

Inoltre, come afferma il violoncellista, insegnante e direttore dell’orchestra sinfonica del liceo Christianeum, Christian Kewitsch, c’è anche la «sfida di presentarsi come una realtà attraente per giovani da un contesto diversissimo». La musica classica ha ancora qualcosa da dire alle “periferie” del mondo? Le parti in causa che permetteranno questo evento sono convinte di sì.

Composizioni di Wolfgang Amadeus Mozart, Franz Schubert, Antonin Dvorak, Ennio Morricone ed altri autori intratterranno il pubblico del Corviale come quello del Goethe Institut, per un’esibizione gratuita e della durata di circa un’ora.

Si tratta di una prima tappa in un percorso di partenariato tra il Seraphicum e il Christianeum che nei prossimi anni permetterà anche agli studenti italiani di fare un’esperienza analoga ad Amburgo, in Germania. Un’esperienza che faccia incontrare musica e solidarietà e sviluppi il potenziale educativo della musica classica.

Sostieni l’informazione libera di Città Nuova! Come? Scopri le nostre rivistei corsi di formazione agile e i nostri progetti. Insieme possiamo fare la differenza! Per informazioni: rete@cittanuova.it

I più letti della settimana

Perché i focolarini non votano

Ti amo come sono stato amato

Edicola Digitale Città Nuova - Reader Scarica l'app
Simple Share Buttons