La condizione dell’uomo e il destino di un continente nella narrativa di Cela e di García Marquez

L’Autore ha scelto di presentare due romanzi scritti in lingua spagnola: l’ultima opera del colombiano Gabriel García Marquez (Il generale nel suo labirinto) e quella più significativa dell’intera produzione del premio Nobel 1989, il gallego Camilo José Cela (La famiglia di Pascual Duarte). L’intento è indicare qualcosa di più delle contraddizioni e delle arbitrarietà intellettuali di Cela, o del sensualismo paganizzante e della profonda amarezza di García Marquez. Nel primo si coglie un nascosto desiderio di serietà, di verità assoluta, persino di riferimento morale; nel secondo, al di là della disperazione (che esprime quella di tutta la latino-america), vi è una fragile ma autentica speranza.

Leggi anche

I più letti della settimana

Alle nozze

Altri articoli

Simple Share Buttons