Il matrimonio quale consorzio di tutta la vita nel nuovo diritto canonico

Una riflessione, alla luce della teologia sul matrimonio del Vaticano II, sulla comprensione del matrimonio data dal nuovo Codice di diritto canonico. Emerge la centralità dell'amore come offerta di sé in cui la persona, compiendosi, incontra l'altro. Anche se l'elemento «amore», cosi fondamentale nel matrimonio, attende ancora una traduzione in termini di diritto. Si vorrebbe dire, qui, che se «l'amore si prende come atto della volontà con cui gli sposi si danno e si accettano a vicenda e sono costituiti marito e moglie, l'amore coincide con il consenso matrimoniale. In questo senso, l'amore è causa efficiente, intrinseca, essenziale del contratto matrimoniale».

Leggi anche

I più letti della settimana

Altri articoli

Simple Share Buttons