Cd e dvd novità

Dvd La solitudine dei numeri primi
JOHANNES BRAHMS

Ein deutsches Requiem. “Un” e non “Il” requiem. Per di più “tedesco”: non mediterraneo, né cattolico. Sono precisazioni d’obbligo perché la monumentale partitura, che affonda le sue radici nella musica oratoriale germanica fino al Seicento, è opera di grande originalità. E, nonostante l’orchestrazione grandiosa, intima, commossa. È la cifra della lettura di Harnoncourt alla testa dei Wiener Philarmoniker. Rca. (m.d.b.)

 

ROD STEWART

The best of the great american songbook (Sony Music)

Sono otto anni che il vecchio Rod mette la propria inconfondibile ugola al servizio dei classici del pop americano. Questa antologia (piuttosto pretestuosa) raccoglie il meglio delle sue performance in quest’ambito. Per tradizionalisti e nostalgici. (f.c.)

 

CORINNE BAYLEY RAE

The Love EP (Emi)

5 canzoni d’amore per una delle firme più in vista del nuovo soul-pop anglosassone. A dispetto di tanti insopportabili stereotipi sanvalentineschi, queste cover contengono più tormenti che melassa. Spiccano “Is This Love” di Bob Marley e una bella versione live di “Que sera sera”. (f.c.)

 

SOMEWHERE

Di Sophia Coppola. Con Stephen Dorff, Elle Fanning. L’attore Johnny Marco ha una vita allo sbando. Ma quando si ritrova la figlia undicenne, qualcosa si risveglia. In italiano, inglese. Qualità tecnica ottima. Medusa. (m.d.b.)

 

LA SOLITUDINE DEI NUMERI PRIMI

Di Saverio Costanzo. Con Alba Rohrwacher, Luca Marinelli. Alice e Mattia, dopo una infanzia difficile, si incontrano. Forse possono essere felici. In italiano con sottotitoli. Extra ottimi. Medusa. (m.d.b.)

 

SIGNES

 “Signes” è la realizzazione di due processi creativi complementari tra il pittore O. Debre, autore di scene e costumi, e la coreografa C. Carlson. Musiche di R. Aubry. Ballet de l’Opéra National de Paris. Dvd Bel Air Classiques. (g.d.)

Leggi anche

I più letti della settimana

Altri articoli

Simple Share Buttons