Brevi solidarietà

FIUMICINO La mia paghetta per… Centinaia di bambini e ragazzi delle scuole elementari e medie di Fiumicino e dintorni hanno animato l’evento Dai un colore alla solidarietà. Dal 14 al 26 marzo, nel Parco Leonardo appositamente attrezzato, hanno decorato centinaia di colombe di cartone con messaggi ispirati ai valori della fratellanza e dell’amicizia e le hanno poi esposte nel parco. Hanno inoltre deciso di donare la loro paghetta – complessivamente 5 mila euro – a Telethon come contributo al finanziamento della ricerca scientifica per combattere le malattie rare. In cambio hanno ricevuto un finissimo uovo di cioccolato che ha avuto per loro un significato ed un sapore davvero speciali. Sono stati premiati per la sensibilità e l’impegno i lavori realizzati dai bimbi della scuola dell’Infanzia del 165° circolo didattico Padre Kolbe di Roma e i ragazzi dell’Istituto Bassi di Fiumicino. Lunedì 24, giorno di Pasquetta, l’evento si è concluso con una grande festa e una cascata di uova di cioccolato per ringraziare i piccoli partecipanti. L’iniziativa è stata promossa dalla provincia di Roma, dal comune di Fiumicino e dal Parco Leonardo di Fiumicino. PROFUGHI La storia di Jasmina Era il 1993. Numerose famiglie sarde accolsero madri e bambini scappati dall’Erzegovina in fiamme. Tra quelle madri c’era Jasmina, una giovane donna in carriera, che lasciava a Mostar un appartamento pieno di libri, una laurea in economia e un lavoro presso una radio e una rivista culturale. Portava con sé una piccola borsa con lo stretto necessario e un figlio di 10 anni. Jasmina poté attraversare l’Adriatico e il Tirreno grazie ai volontari della Caritas di Cagliari, che erano giunti fino al suo Paese in guerra. Oggi è una donna di 47 anni, un sorriso sereno, un portamento dignitoso, coraggiosa e determinata. Mentre quel bambino di 10 anni, maturo da sempre, è ora un brillante studente all’università. Attualmente Jasmina vive a Cagliari, socia di una cooperativa sociale che si occupa di turismo. Ed è lei, come operatrice di un centro di ascolto della Caritas, ad offrire il suo sostegno e la sua competenza a tanti immigrati. Chi ha sofferto e lottato in prima persona per cercare la salvezza altrove può capire ed essere vicino a chi la cerca. Questa esperienza l’ha profondamente cambiata. Ora – racconta Sara Cossu, la giovane volontaria Caritas che l’ha accolta in casa sua – dice di sentirsi come la tessera di un mosaico: occorrono tutte per comporre un’immagine. Jasmina, donna dei Balcani con alle spalle una storia di sofferenza, ha scelto di restare nella terra che l’ha accolta: c’è bisogno anche di lei. VERSO SYDNEY 2008 Un blog raccconta Un blog dall’altro mondo – o meglio, dall’altra parte del mondo – per preparare la giornata dei giovani di tutto il mondo. È il progetto che permette di seguire e di interloquire con i racconti di Cinzia, Francesca, Miriam e Laura, le quattro ragazze che da novembre scorso prestano servizio civile presso la comunità italiana di Brisbane in Australia nell’ambito del progetto realizzato da Caritas Italiana, Fondazione Migrantes e Servizio nazionale della pastorale giovanile Cei. Con il loro diario settimanale e le loro foto, le quattro giovani raccontano, dall’altro capo del pianeta, le tappe di avvicinamento alla Gmg XXIII che si terrà a Sidney dal 15 al 20 luglio prossimi. Info: www.esseciblog.it/Sydney2008

Leggi anche

I più letti della settimana

Altri articoli

Simple Share Buttons