Unità familiare

Unità familiare “Non credevo di poter più ritrovare i miei due figli dei quali avevo perso le tracce da otto anni. Adesso ho ritrovato la gioia di vivere”. Esclama una mamma congolese. Sono 45 i bambini del Congo (140 dall’inizio dell’anno) che hanno riabbracciato i loro genitori dai quali erano stati divisi a causa della guerra, grazie al Comitato internazionale della Croce Rossa. La difesa dell’unità familiare è un principio garantito dal diritto internazionale per il quale occorre battersi per costruire un mondo più umano. I giovani del nuovo secolo Gli psicologi rassicurano che il divorzio non è un trauma per i figli, se si fanno le cose con garbo. La fiction televisiva rappresenta le coppie sposate almeno due volte e mostra tutti felici nella famiglia “allargata”. Però i reduci delle nuove famiglie, i giovani, mostrano segni di insofferenza verso questa cultura “liberata”. Lo fanno pensare i dati della ricerca Iard per il Mulino, “I giovani del nuovo secolo”. Su un campione di tremila ragazzi fra i 15 e i 29 anni, il 50,6 per cento dei giovani si è dichiarato contrario al divorzio; il 72,3 è contro l’aborto; il 77 per cento disapprova le relazioni extraconiugali e l’82 per cento i rapporti omosessuali. Osservate da vicino, anzi dal di dentro, queste realtà annunciate come “libertarie” sono viste, da chi le ha vissute, come una sconfitta. Diritto all’istruzione Il 35 per cento della popolazione indiana, 350 milioni di persone, non sa né leggere né scrivere. 50 milioni di bambini cominciano a lavorare quando hanno appena sei anni d’età. Il Parlamento di New Delhi ne ha preso coscienza ed ha espresso una decisa volontà di cambiamento. La Camera alta ha infatti approvato all’unanimità una nuova legge che riconosce come fondamentale il diritto all’istruzione per i minori. Essa impone l’obbligatorietà dell’educazione scolastica primaria gratuita per i bambini dai 6 ai 14 anni. La legge, già approvata dalla Camera bassa, attende ora la notificazione nella Gazzetta Ufficiale. È la prima volta che in India viene riconosciuto un diritto di tipo fondamentale esclusivamente per i minori. Iteen ager e le armi Negli Stati Uniti il numero di morti causati da armi, fra i ragazzi di 14 anni e più giovani, è 12 volte maggiore rispetto a 25 fra i paesi più industrializzati del mondo messi assieme. Per abbattere l’uso e la (facilità di accesso alle armi, le mamme hanno costituito l’associazione “Million mom march” (un milione di mamme in marcia). “Stiamo facendo pressione sulle istituzioni per ottenere leggi più restrittive sull’accesso alle pistole – afferma la presidente, Mary Leigh Blek -. Se pensate che avere pistole in casa renda più sicuri, guardate gli Stati Uniti. Gli studi dimostrano che tenere un’arma in casa aumenta il rischio di suicidi e omicidi. E non ci può essere libertà laddove c’è la paura costante di rimanere vittime delle armi”.

I più letti della settimana

Dialogando con Tiziana Merletti

Si può imparare a litigare?

fedeltà

A proposito di fedeltà

Verso un noi sempre più grande

Simple Share Buttons