Un Guttuso in cambio di latte

Un Guttuso in cambio di latte Sarebbe sufficiente una sola serata per raccogliere i fondi necessari per fornire un latte speciale – vale a dire alleggerito di sostanze indigeste in caso di malnutrizione – ad almeno la metà dei bambini sotto ai cinque anni che vivono in quattro stati africani: Guinea, Congo, Tanzania e Zambia. In tutto, 286 mila bimbi. È appunto questo l’intento della Commissione per i Rifugiati delle Nazioni Unite, che ha organizzato per il 24 giugno a Roma un’asta di beneficenza mirata all’acquisto di questo latte opportunamente trattato. Ciò è reso possibile grazie alle opere di 42 artisti (tra cui Matta, Guttuso, Pomodoro, Vedova, Rotella), in un’asta battuta da Christie’s a Roma, presso la sede della casa editrice Il Cigno, a pochi passi da piazza Navona. I nuovi numeri dell’immigrazione Sono stati anticipati alcuni dati del Dossier statistico Immigrazione 2003, curato dalla Caritas italiana e dalla Fondazione Migrantes, che uscirà nel prossimo ottobre. È perciò possibile cercare di interpretare alcuni dati più indicativi. Secondo le stime del Dossier elaborate sui dati forniti dal ministero degli Interni, sono 2.395.000 gli immigrati regolari in Italia all’inizio del 2003: 800 mila in più rispetto all’anno precedente. L’incidenza degli stranieri sulla popolazione è del 4,2 per cento, inferiore solo di un punto rispetto alla media europea. Significativo è l’impatto occupazionale dei lavoratori immigrati. Nel 2002, secondo le elaborazioni del dossier su dati Inail, le assunzioni regolari dei lavoratori extracomunitari sono passate a 659.847: 192.547 in più rispetto all’anno precedente, ed incidono sul totale delle assunzioni per l’11 per cento. Considerando poi le dinamiche regionali, Valle d’Aosta, Trentino, Lazio, Campania, Sicilia e Sardegna sono al di sotto della media di aumento, e le altre regioni al di sopra della media. Sulla base di questi primi dati si può fare un primo importante rilievo: l’immigrazione sta assumendo una portata sempre più strutturale all’interno della società italiana.

Leggi anche

I più letti della settimana

Altri articoli

Simple Share Buttons