Tanti modi di declinare la solidarietà

I dati di una recente indagine Doxa confermano che in Italia l’attenzione al tema della solidarietà è in considerevole aumento. In sintonia con questo trend nazionale, molte campagne pubblicitarie sono centrate sull’attività realizzata da aziende in favore di cause sociali; i regali aziendali sono sostituiti da donazioni a organizzazioni non profit; i supermercati sono aperti ai prodotti del commercio “equo e solidale”. All’ampliamento di questa offerta tende la recente campagna “Io resto solidale”, proposta dalla Mwcr (Multimedia web cash register), società leader nel settore dei registratori e dei terminali di cassa, presentata ai rappresentanti dei commercianti in due incontri a Roma e a Milano. L’idea è semplice: negli esercizi commerciali che aderiranno all’iniziativa, verrà data ai clienti la possibilità di devolvere in solidarietà il resto dei propri acquisti. Il tutto attraverso lo scontrino, che attesterà l’avvenuta donazione. Con l’obiettivo anche di favorire la piccola donazione e di renderla un gesto quotidiano. Legambiente Italia, Special Olympics Italia e Caritas tra gli organismi non profit ai quali potranno essere destinate le offerte. Roma eco-solidale Solidarietà ed ecologia: due termini, che, a ben pensare, vanno di pari passo. Ci sono infatti molte cose utili tra quello che si butta. In un grande centro, situato a Roma nelle vicinanze della Stazione Ostiense, la Comunità di Sant’Egidio ha attivato un punto di raccolta, dove vengono raccolti e selezionati indumenti usati, scarpe, coperte, giocattoli ed ogni altro genere di oggetti che possono essere utili a chi si trova in difficoltà. Ciò che è ancora utilizzabile viene distribuito ai poveri di Roma o inviato all’estero a favore delle popolazioni colpite da calamità naturali, o altro genere di emergenze. Dalla Città eco-solidale partono container contenenti tonnellate di vestiario, scarpe, materiale didattico per i bambini poveri dell’Albania o nelle zone terremotate attorno a San Salvador. La Città è aperta il giovedì e il sabato dalle 17,30 alle 19,30. Per maggiori informazioni, consultare il sito www.santegidio.org. Oppure tel: 06-57300510.

I più letti della settimana

Casamicciola

Casamicciola: si poteva evitare

lutti

Lutti complicati

Simple Share Buttons