Spunti di riflessione sul rapporto salute-malattia

La riflessione sul rapporto salute-malattia, visto in un’ottica unitaria, porta a mettere al centro l’uomo nella sua inscindibile unità psicofisica e spirituale. La salute viene considerata non in modo statico, ma come il risultato di un equilibrio dinamico all’interno della persona e, all’esterno, in rapporto con l’ambiente con cui l’uomo deve continuamente confrontarsi, e viene attribuito ad essa un valore multidimensionale, dinamico e relazionale. La malattia, quindi, non è mai un qualcosa di isolato, un evento, ma è una situazione di vita, un passaggio da uno stato di salute, di benessere ad un altro di non benessere, ed è importante soprattutto come viene vissuta, quale valore assume nella coscienza del malato e quale senso viene ad essa dato. Essa può divenire, se viene accettata e compresa nel suo più profondo significato, un momento essenziale della vita: un’apertura al trascendente, un incontro profondo con Dio, un’opportunità di maturazione e di crescita nell’amore verso Dio e verso i fratelli, un modo di amare e di essere amati, una risposta all’Amore con l’amore.

 

Articolo completo disponibile in Pdf

Leggi anche

I più letti della settimana

Altri articoli

Simple Share Buttons