Public art award, concorso internazionale di arte pubblica

Presentato a Potenza un progetto unico di sensibilizzazione all’arte contemporanea, che promuove l'incontro tra il territorio lucano e artisti di fama internazionale e offre ai giovani nuove possibilità di espressione
Public art award

È stato presentato lo scorso mese di luglio a Potenza il LAP Laboratorio permanente di arte pubblica/Public Art Award, con l'intento di creare il primo laboratorio permanente di arte pubblica a scala regionale in Italia, aggiungendovi il quid di un concorso internazionale, che esplorerà attraverso le suggestioni visive il territorio locale. Questa esperienza trae origine dagli spunti degli anni Settanta, che hanno segnato il passaggio dalla cosiddetta Land Art alla Public Art, fondata appunto sul dialogo tra l’installazione e il paesaggio circostante, in un gioco continuo di rimandi volti a coinvolgere profondamente l’individuo fruitore.  

Il LAP sarà dunque costituito, in ossequio alla sua ragion d’essere, da opere di artisti internazionali che si lasceranno ispirare dalla storia, dagli abitanti e dal paesaggio di questa terra. Dopo la prima tappa ad Acerenza e la seconda a Forenza, il LAP è approdato il 5 settembre a Calvello. Le voci dei cittadini lucani continuano ad essere il background sonoro delle silhoutte proprie dell’immaginario dell’artista Elisa Laraia, in un racconto polifonico e soprattutto antropologico della Basilicata.

Dal canto suo, invece, il Public Art Award, con scadenza prorogata al 30 ottobre 2013, riunirà intorno a sé artisti da ogni parte del mondo oltre a vantare una giuria composta da nomi quali Spencer Tunick, artista di fama internazionale, Bruno di Marino, storico dell’immagine in movimento, e Basak Malone, gallerista di New York, che premieranno due vincitori, uno nella sezione video e uno nella sezione fotografia, con un ammontare di ottomila euro e un’esposizione all’interno degli spazi del LAP di Potenza e nei Comuni della Regione attraverso la tecnica dell’urban screen. Il comitato di selezione formato da Elisa Laraia, artista nonché direttore artistico del LAP /Public Art Award, darà l’opportunità a venti giovani under 35 di frequentare il Corso superiore di arti visive, che rilascerà attestati di partecipazione.

Inoltre, per uno dei venti selezionati, è prevista una menzione speciale per l’esposizione nel nuovo polo del LAP di Corleto. In buona sostanza un progetto unico di sensibilizzazione all’arte contemporanea, nello specifico quella pubblica, che valorizza la Basilicata con una prospettiva internazionale, ha ricadute in termini occupazionali – infatti nei prossimi tre anni offrirà opportunità di lavoro retribuito alla comunità lucana –, stimola le dinamiche relazionali attraverso un social network ad hoc presente sul sito dedicato e attrae giovani artisti, che potranno cimentarsi nello stimolante campo dell’arte pubblica oltre a specializzarsi con il corso loro riservato.

 In definitiva il fil rouge di questo percorso è compendiato dal “get involved”, che si traduce nella trasformazione di semplici spazi in luoghi che invitano alla riflessione attraverso messaggi artistici innovativi e accattivanti. Il progetto si avvale del sostegno finanziario della Regione Basilicata, del patrocinio dei Comuni e della partnership con Total Italia.

È possibile consultare a riguardo i siti www.laboratoriodiartepubblica.it www.publicartaward.com. Sono previsti per il 16 settembre a Potenza un convegno internazionale sui temi dell’arte pubblica e una videoproiezione sulla facciata del teatro Stabile dei lavori degli artisti partecipanti al concorso.

Leggi anche

I più letti della settimana

Altri articoli

Simple Share Buttons