L’ateismo moderno – IV

L'ateismo in Nietzsche e nella grande letteratura europea
Nella grande crisi otto-novecentesca della cultura europea emerge e spicca, come suo centro nevralgico, il problema della verità. Esso diviene cruciale tanto nella letteratura -da Baudelaire a T.S. Eliot, da Dostoevskij a Kafka, da Pirandello a Beckett a lonesco -, quanto nella filosofia nichilistica e post-nichilistica di Nietzsche. Una tradizione riduttiva, impoverita della verità, si esaurisce, mentre si oscura e viene rifiutato o malcompreso il volto autentico della più vitale verità, di cui la crisi stessa è manifestazione come nostalgia e desiderio. Di questa verità della crisi, che supera la crisi della verità, si schiude tra filosofia e letteratura la possibilità di una comprensione epocale.

Leggi anche

I più letti della settimana

Altri articoli

Simple Share Buttons