Guardiamoci attorno

Terremoto in Algeria La Caritas Italiana, che già sosteneva l’impegno di Caritas Algeria, immediatamente dopo il sisma ha messo a disposizione un primo contributo: distribuzione di kit e attrezzature di prima necessità per le famiglie; dispensari e sostegno per disabili; sostegno psicologico ai sinistrati, soprattutto ai bambini, attraverso centri operativi, ecc. Chi desidera partecipare può inviare il suo contributo alla Caritas Italiana, Viale F.Baldelli, 41 – ccp n.347013, specificando la causale. Anziana da aiutare “Segnalo un caso che merita un aiuto. Anziana, sola, è senza sostegni economici, se non una pensione minima con la quale deve pagare l’affitto di casa e sostenere ogni altra spesa; inoltre deve sottoporsi a costose cure perché malata di cuore. Come parrocchia cerchiamo di aiutarla, ma non basta”. Padre Giuseppe – Abruzzo Vedova con due figli oppressa dai debiti “Sono vedova con due figli gemelli, fin dall’infanzia affetti da disturbi mentali ed altre sindromi invalidanti. Per ristrutturare la vecchia casa, mio marito aveva contratto un debito che ora non so come pagare. Intanto i nostri creditori minacciano le vie legali””. Il parroco conferma. Lettera firmata – Calabria Malattie e debiti “È una famiglia in gravi difficoltà per debiti, disoccupazione e continue malattie. In pratica sono sul lastrico. Vivono con una modesta pensione insufficiente per assicurare l’indispansabile”. Il parroco conferma. Lettera firmata – Lazio Gli aiuti per gli appelli di Guardiamoci attorno possono essere inviati a: Città nuova – Via degli Scipioni n. 265, 00192 Roma – c.c.p. n. 34452003. Le richieste di aiuto si accettano solo se convalidate da un sacerdote.Verranno pubblicate comunque a nostra discrezione e nei limiti dello spazio disponibile.

Leggi anche

I più letti della settimana

Altri articoli

Simple Share Buttons