Funzione cosmica del Cristo secondo il Nuovo Testamento, III

Quale funzione ha Gesù nei confronti dell'universo? Quale è il suo rapporto con la creazione? A questo tipo di domanda è strettamente legata quella del destino del mondo: esiste per il cosmo un futuro che non sia soltanto quello determinato dalle leggi fisiche? Che cosa ne dice il Nuovo Testamento? Dopo l'esame sviluppato in due precedenti articoli ("Nuova Umanità", n. 42 e n. 43) dei testi neo testamentari concernenti l'argomento qui affrontato, si propone un discorso-riflessione conclusivo. Visto il legame tra creazione e redenzione nel disegno divino realizzatosi in Cristo, la salvezza compiuta da Gesù in favore degli uomini - salvezza che attraverso la morte in croce si compie nella risurrezione - acquista di conseguenza una dimensione cosmica e implica novità per il futuro del mondo presente.

Leggi anche

I più letti della settimana

Altri articoli

Simple Share Buttons