Dibattito su pace, guerre e diseguaglianze

Sabato 19 marzo alle 18.30, a Messina, dialogo aperto sullo scandalo della diseguaglianza al tempo della corsa al riarmo. Promosso dai Giovani per un mondo unito con Città Nuova e Libera
Libera

Il realismo della pace e l'utopia folle della guerra

Sabato 19 marzo alle 18.30, nel Palazzo della cultura in viale Boccetta 343 a Messina, dialogo aperto sullo scandalo della diseguaglianza al tempo della corsa al riarmo. Incontro promosso dai Giovani per un mondo unito del Movimento dei Focolari in collaborazione con il Gruppo Editoriale Città Nuova, sulle politiche di pace e sulla produzione di armi. Un tema scottante, approfondito come declinazione della cultura della fraternità, che si collega alla proposta della campagna di Miseria ladra e Sbilanciamoci di «derogare al patto di stabilità per le spese relative ai servizi sociali, fondamentali per il contrasto alle diseguaglianze ed all'esclusione sociale di cui il terrorismo e le mafie si nutrono per diffondere i loro messaggi di odio».

 

PROGRAMMA:

Libera a Messina – Presidio “Nino e Ida Agostino”: saluto

Interverranno:

Renato Accorinti   Sindaco di Messina

Massimo Toschi    Regione Toscana – Consigliere del Presidente per la pace e il dialogo tra le culture

Antonio Mazzeo    Giornalista e saggista

Carlo Cefaloni       Redattore Città Nuova

un referente della Campagna Miseria ladra promossa da Libera e Gruppo Abele

 

L'incontro è aperto a tutti gli interessati: in particolare ai giovani che già si impegnano attivamente per costruire un mondo più giusto, in cui il principio della fraternità sia categoria politica concretam, e rientra tra le iniziative organizzate per la Giornata delle vittime innocenti di mafia del 21 marzo.

Leggi anche

I più letti della settimana

Altri articoli

Simple Share Buttons