Ciarlatani per creduloni e superstiziosi

Magia ed esoterismo: false risposte a solitudine e ricerca del senso della vita.
Magia

Dal rapporto di “Telefono antiplagi” emerge quanto il fenomeno sia diffuso (7,5 milioni di italiani hanno rapporto con maghi o sette), con una più alta percentuale al Nord, e maggiore diffusione tra le donne e le persone con basso titolo di studio.

Certo, non siamo di fronte a un’Italia di maghi e di santoni, ma sicuramente il credo religioso, in declino, lascia spazio a forme di credenze più deboli, che coinvolgono non solo persone con basso livello d’istruzione, ma anche individui di media cultura.

I reati più frequenti di maghi e santoni sono: circonvenzione di incapace, truffa, minacce, esercizio abusivo della professione medica, abuso della credulità popolare, trattamento idoneo a sopprimere la coscienza o la volontà altrui, violazione della privacy, pubblicità ingannevole, esercizio del mestiere di ciarlatano.

 

Magia

 

Nella mia professione di psicologo ho conosciuto spesso persone che si erano rivolte a maghi, cartomanti, chiromanti, fattucchieri, con esperienze e storie allucinanti. Ogni volta rimanevo sconcertato e soprattutto arrabbiato nel constatare come il dolore personale diventasse merce e strumento di profitto di persone senza scrupoli.

Spesso, infatti, a cadere nelle braccia dei maghi sono persone sole, disperate, alla ricerca di compagnia e senso per la vita, che vengono turlupinate da ciarlatani che si spacciano per professionisti della magia.

Occorre distinguere con chiarezza fra chi esercita una professione di sostegno seguendo un codice deontologico, rispettoso della libertà e sofferenza del paziente, e chi, invece, specula sul bisogno della persona, manipolandola fino a renderla dipendente.

L’esplosione del fenomeno è anche legata a una certa cultura e al particolare tessuto sociale in cui vivono le persone. D’altra parte, se un fenomeno ha una tale espansione, risponde forse a un vuoto che necessariamente occorre colmare con altre realtà, più intelligenti e profonde.

 

Esoterismo

 

Bisogna precisare che oggi la magia come idea antropologica, sociale e popolare, non esiste quasi più. Esiste, invece, una pseudo-magia, che utilizza tutte le tecnologie del mercato esclusivamente per fini commerciali, per raggiungere creduloni, superstiziosi e cittadini in stato di necessità.

Con il termine esoterismo s’intende tutto ciò che è conosciuto solo a una ristretta cerchia di persone, non può essere svelato pubblicamente e necessita di un mediatore per la spiegazione. Dunque misterioso, segreto, occulto, con un linguaggio conosciuto solo da pochi eletti.

Le tecniche utilizzate dai “mediatori” sono strumenti privi di qualsiasi scientificità, ma che diffondono una cultura rinunciataria e menzognera, che deresponsabilizza la gente, con particolare pericolosità per i giovani.

Di fronte a esoterismo e magia occorre evitare due atteggiamenti di fondo: la drammatizzazione estrema, che tende a ingigantire il fenomeno, interpretando altri aspetti della realtà come frutto esclusivo del fenomeno magico. La banalizzazione, che deride il fenomeno come innocuo e destinato presto a scomparire, perché ininfluente in una società che si ritiene adulta e iperscientifica.

L’esoterismo invece è entrato ormai a far parte del modo di pensare di molte persone. Nasce dal desiderio di comunicare, vincere la solitudine e trovare risposte di senso alla vita.

Purtroppo amuleti e sedute spiritiche sono diventati compagni di strada di molti giovani, vittime di un vero e proprio bombardamento esoterico. Sono giovani spesso caratterizzati da solitudine e situazioni familiari particolari, ma soprattutto da profonda incertezza per il futuro, che desiderano sperimentare nuove sensazioni e una maggior conoscenza del macabro: ne sono testimonianza l’attrazione per l’horror e la violenza fine a sé stessa.

 

Pseudo-cultura nascosta

 

Mezzi apparentemente più innocui sono tatuaggi e piercing, che per molti hanno solo uno scopo estetico, per altri invece sono una filosofia di vita, quasi un ritorno allo spiritualismo pagano.

Anche le riviste per adolescenti sono quasi sempre accompagnate da strumenti esoterici, come oroscopo, medium e consigli dell’astrologo. Messaggi che tendono a sfruttare i momenti di difficoltà dei ragazzi e soprattutto delle ragazzine, le loro ansie, i loro momenti di solitudine, sostituendo l’introspezione, il silenzio, la capacità e la volontà di approfondire o la pazienza dell’attesa, con consigli legati a un destino fantasmagorico, carico di poteri magici e frottole senza senso.

Tv e cinema, naturalmente, fanno la loro parte: film, telefilm, serial e cartoni animati contengono spesso rituali e formule esoteriche, alle quali si attribuisce il potere risolutore dei problemi.

Infine i videogiochi: milioni di bambini crescono con loro, spesso subendo la logica della cultura che vi si propone: ad esempio la lotta per la sopravvivenza si trasforma in educazione alla violenza e al calpestamento degli altri. Non importa quello che si fa, l’importante è raggiungere i propri obiettivi a qualsiasi costo.

 

Non esiste magia buona

 

La magia è uno strumento commerciale che serve per fare soldi sulla pelle di persone ingenue e credulone. Intrappola in un mondo deresponsabilizzante, come falsa copertura alla solitudine e alla fatica che ognuno deve affrontare per crescere, costringendo le persone a rapporti per lo più superficiali e vuoti.

Non esiste una magia buona. Tutta la magia di fatto è falsa, pericolosa e cattiva, in quanto pone l’essere umano in condizione di schiavitù e dipendenza. Per questo motivo le persone più fragili fanno ricorso frequentemente ai maghi, poiché bisognose di guida e di orientamento.

La magia e l’esoterismo si configurano quindi come vuoto e mancanza di educazione al Sacro, che non è qualcosa di misterioso, fuori dall’uomo, bensì una realtà costituente l’essere umano, che lo trascende e lo realizza, coinvolgendolo nel massimo della sua libertà e responsabilità.

 

Quanti intrugli!

Astrologia: studia futuro e personalità con l’aiuto degli astri.

Chiromanzia: interpreta i segni sul palmo della mano, per conoscere il destino e il carattere.

Cartomanzia: legge i Tarocchi (carte con particolari disegni), per conoscere il futuro.

Amuleti e talismani: oggetti (come pietre, collane, anelli e cristalli) con ipotetici poteri magici (fortuna ecc.).

Filtri magici: intrugli per risolvere i problemi, accompagnati da riti e formule magiche.

Spiritismo: invocazione delle anime dei morti, per parlare con loro.

Satanismo: culto del diavolo, accompagnato da musica trasgressiva e sostanze stupefacenti.

Chiaroveggenza: facoltà che permetterebbe di conoscere il destino.

Pendolino: oggetto “magico” legato a un filo che, con moto oscillatorio, darebbe risposte sul futuro.

Numerologia: interpretazione della data di nascita o altro evento, per prevedere futuro e carattere.

Sogni rivelatori: interpretazioni di particolari sogni, utilizzate anche per il gioco del lotto.

Leggi anche

I più letti della settimana

Altri articoli

Simple Share Buttons