Brevi solidarietà

DAL LIBANO SI RIPARTE Segnalano dall’Amu (Ass.Mondo Unito) Conclusa la fase di emergenza in cui l’attenzione e stata rivolta prevalentemente a fornire agli sfollati beni di prima necessità, ci sono giunte dai nostri referenti in Libano alcune proposte di progetti rivolti alla popolazione del villaggi del sud del Paese, in particolare dei villaggio di Kaouzah. Si tratta del ripristino di attività produttive nel settore agricolo attraverso la ricostruzione di stalle e la dotazione di mucche da latte, di ovini, di animali da soma e di piante di ulivo, con costi a progetto che variano dal 1.800 ai 5 mila euro. Altre richieste riguardano la ristrutturazione di una pompa di benzina, di un’autofficina e di una confetteria. Infine, e più urgente, è la richiesta di ristrutturazione della scuola nel villaggio di Debl, che dovrebbe riaprire con la presenza di 400 bambini. Cercheremo di rispondere il più possibile a queste richieste. Al 15 settembre 2006 le donazioni pervenute all’Amu ammontavano a 14.679,54 euro. Chi volesse contribuire può indicare nella causale di versamento Emergenza Libano. ECONOMIA SOLIDALE Fa’ la cosa giusta A poco più di un mese dall’inaugurazione della seconda edizione di Fa’ la cosa giusta! del Consumo critico e degli stili di vita sostenibili, che si svolgerà dal 3 al 5 novembre a Trento l’attenzione attorno all’iniziativa è già notevole. Sono infatti già 60 le realtà che hanno prenotato il proprio spazio all’evento organizzato da Trentino Arcobaleno e Rete Lilliput in collaborazione con Confesercenti, fra cui 14 aziende agricole biologiche, 5 cooperative sociali, 5 aziende impegnate sui temi dell’energia rinnovabile e 14 associazioni. Esse vanno ad aggiungersi agli spazi istituzionali che il comune e numerosi servizi della provincia autonoma all’interno di quella che si sta confermando come una vetrina per i soggetti che sul territorio locale, ma non solo, stanno costruendo un’economia più attenta alle persone e all’ambiente. Proprio il rinforzo della collaborazione con la provincia autonoma di Trento è una delle novità più rilevanti della seconda edizione, voluta dal presidente Lorenzo Dellai, che ha mantenuto l’impegno preso con Trentino Arcobaleno, e sollecitato la partecipazione alla fiera da parte di numerosi assessorati, sia attraverso gli stand sia all’interno del programma culturale. Quella di Trento sarà la prima delle manifestazioni che vanno ad inserirsi nel nuovo progetto nazionale di fiere Fa’ la cosa giusta!, voluta dalla casa editrice Terre di Mezzo, ideatrice della manifestazione, per promuovere una rete di esperienze che, facendo riferimento ad un quadro di valori e pratiche condivisi, possa diffondere una cultura dell’economia solidale e degli stili di vita sostenibili.

Leggi anche

I più letti della settimana

Altri articoli

Simple Share Buttons