Appuntamenti

MOSTRE L’acquaforte Una rassegna su una tecnica che ha prodotto capolavori, da Parmigianino a Rembrandt, da Canaletto a Piranesi,Goya,Carrà e Morandi. Oltre 100 opere per una vera storia del genere. La stampa calcografica da Rembrandt a Kounellis. Roma, Palazzo Fontana di Trevi, fino all’8/5 (catalogo De Luca). FotoGrafia 2005: Oriented L’edizione 2005 è dedicata all’Oriente, e alle espressioni più significative dei grandi paesi in cui è forte il confronto tra tradizioni e presente come il Giappone, la Cina, l’India, la Russia. Quest’anno il fotografo di fama internazionale cui è stata affidata la realizzazione di un lavoro su Roma, è Anders Petersen. FotoGrafia – Festival internazionale di Roma, dall’8/4 al 29/5. www.fotografiafestival.it Collezione Guillaume 32 dipinti la prima volta in Italia dal Museo de l’Orangerie di Parigi, passando da Cézanne Renoir a Picasso, con lavori eseguiti per il celebre collezionista. Cézanne-Renoir. Bergamo, Accademia Carrara, fino al 3/7. Ermes Rigon Al pittore, scultore, grafico ed educatore un gruppo di ex allievi di Rigon dedica questa mostra in segno di ringraziamento e di amicizia. Ermes Rigon. Un segno di amicizia. Giussano,Villa Mazenta, dal 22/4 al 1°/5. Una collezione dei musei di Francia. Disegni italiani del Rinascimento e della prima età barocca. Opere acquisite grazie al mecenatismo del Gruppo Carrefour. Roma, Galleria di Villa Medici, fino all’8/5. Guggenheim 50 artisti da Picasso a Kandisky a Pollock a Klee in una rassegna che presenta il meglio della grande famiglia di collezionisti. Capolavori dal Guggenheim. Roma, Scuderie del Quirinale, fino al 5/6 (catalogo Skira). Prima di Burri Un ponte ideale e artistico fra le due sedi della Fondazione Burri e la Pinacoteca comunale, proponendo 50 opere di alcuni artisti che Burri ammirava: Bacon, De Chirico, Mafai, Mirò, Morandi, Ceroli, Kiefer, Prampolini, Sironi. Prima di Burri e con Burri. Città di Castello (Pg), Palazzo Vitelli alla Cannoniera, fino al 12/6. Manolo Valdès A quarant’anni di distanza dalla prima personale che l’artista spagnolo tenne a Reggio Emilia, vengono esposti quarantacinque dipinti e venti sculture e un’ampia sezione dedicata all’opera grafica. Manolo Valdès. Il perenne retaggio dell’arte. Reggio Emilia, Pal. Magnani – Correggio, Pal. dei Principi, fino al 22/5. Pop Art in Italia Un centinaio di opere di oltre trenta artisti, ricostruiscono le vicende e il clima che nel corso degli anni Sessanta hanno dato vita a una via italiana, autonoma e originale, al linguaggio Pop. Tra questi: Rotella, Baj, Schifano, Angeli, Festa, Fioroni, Mambor, Mauri, Ceroli, Adami, Tadini, Pozzati, Pistoletto. Pop Art Italia 1958- 1968. Modena, Palazzina dei Giardini e Palazzo Santa Margherita, dal 17/4 al 3/7. Astrahkan Erano davvero barbari gli abitanti delle steppe attorno al Caspio? Abili guerrieri, lasciano un repertorio di oreficeria, scrittura, armeria e scultura di eccezionale bellezza. Fanno cambiare i connotati critici e interpretativi della storia. I tesori della steppa di Astrhakan. Roma, Palazzo Venezia, fino al 29/5 (cat. Mondadori Electa) IN SCENA Trend d’Oltremanica Mira a tener vivo l’osservatorio d’Oltremanica la quinta rassegna Trend finestra aperta sui linguaggi, sui temi e sui fenomeni che prendono corpo nella drammaturgia della Gran Bretagna, polso dei tempi, della società, delle tensioni e delle crisi. Fra i titoli in programma: Bear Hug di Robin French, Mongoose di Peter Harness, Dead Hands di Howard Barker, Take Me Away di Gerald Murphy. Trend 2005, a cura di Rodolfo di Giammarco. Roma, Teatro Belli, fino all’1/5.Tel 06/5894875.

I più letti della settimana

Casamicciola

Casamicciola: si poteva evitare

lutti

Lutti complicati

Simple Share Buttons