Appuntamenti

MOSTRE Ori romani Un’ampia esposizione di preziose creazioni antiche e moderne dei maestri orafi, tra simbologia del passato (necropoli romane e laziali), arte e tecnica della lavorazione, filmati e produzioni contemporanee. Oro di Roma. Roma, Vittoriano, fino al 5/8. Chigi ad Ariccia C o m m e d i e , opere (La serva padrona il 18/7), Gran Ballo in un’atmosfera da Gattopardo (25/7) e Puccini tra Tosca e Butterfly (1/8) ad evidenziare l’aspetto ricreativo di una grande famiglia. La Corte dei principi. Ariccia, Piazzale di Parco Chigi. Fino all’1/8. Roma. Passato e presente Oltre 160 fotografie, anche inedite, tutte provenienti dagli Archivi Alinari, per un itinerario espositivo che testimonia il mutamento della Roma contemporanea rispetto a quella di fine Ottocento e inizio Novecento: il ghetto, il Teatro di Marcello, il Tevere, la campagna romana”, visti ieri e oggi. Roma. Passato e presente. Fotografie dagli Archivi Alinari. Roma, Scuderie del Quirinale, fino al 5/9. Arturo Martini Ventidue opere di di medie e grandi dimensioni come La pisana, La donna al sole e La dormiente, appartenenti alla collezione del Credito Valtellinese, che da anni promuove eventi a favore della cultura. Arturo Martini. Sculture 1921- 1943. Sondrio, Galleria Credito Valtellinese, fino al 27/9. Orizzonti al Belvedere Il titolo sottende l’idea dell’arte come punto di fuga e di contatto, l’opera come fulcro e soglia. Da una parte gli artisti contemporanei, che invitano lo spettatore a riconoscere un nuovo orizzonte la cui grandezza è fissata dalle opere contemporanee nel giardino; dall’altra l’orizzonte rinascimentale, cristallizzato nella sua perfezione; infine la fotografia come specchio della società nell’America del Novecento. Tra gli artisti, Loris Cecchini,Tony Cragg, Anish Kapoor, Marisa Merz, Giulio Paolini. Per la fotografia americana di questo secolo, Andres Serrano, Nan Goldin, Garry Winogrand e Lauren Greenfield. Belvedere dell’arte/Orizzonti. Firenze, Forte Belvedere, fino al 26/10. Le meraviglie di Mirò Più di 100 opere tra litografie e acqueforti: un omaggio alla visione della vita che Mirò percepiva come un “giardino” nel quale scorgere e godere delle meraviglie offerte dalla natura ma anche dalla capacità dell’uomo di vivere in un sogno. Mirò – Le mera v i g l i e . Opere grafiche dal 1960 al 1981. Ancona, Mole Vanvitelliana, fino al 5/10. Carlo Levi La mostra, composta da opere figurative e da documenti, e il relativo catalogo, ricostruiscono l’attività politica, letteraria e artistica di Carlo Levi negli anni del soggiorno a Firenze dal 1941 al 1945. Carlo Levi. Gli anni fiorentini 1941-1945. Firenze, Accademia delle arti del disegno, fino al 29/8, Idisegni di Dürrenmatt Una retrospettiva dell’opera figurativa in relazione con il lavoro letterario dello scrittore, ordinata per temi e tecniche (disegni penna, tempera, lapis e litografie) al 1939 fino all’anno della morte. Friedrich Dürrenmatt: dipinti disegni: Locarno, Pinacoteca Casa Rusca, fino al 17/8. FESTIVAL Armunia Quattro le sezioni del Festival di Castiglioncello. Inequilibrio: teatro, danza italiana e straniera fra cui Brice Leroux (26, 27/7), il duo Davis Freeman e Lilia Mestre (24, 25), gli Mk di Michele Di Stefano (26, 27),Virgilio Sieni, Kinkaleri, Caterina Sagna. Per il teatro: Cesar Brie ed il suo Teatro de los Andes (25, 26), Il Théatre de l’Arc en Terre con Massimo Schuster (24, 25), Compagnia Lombardi Tiezzi. La sezione Accrepapelle (fino al 14/8) presenta nei borghi, nelle piazzette e nei vicoli nei comuni della bassa Val di Cecina spettacoli di artisti di strada. Contrappunti prevede il Galà di danza organizzato da Vittoria Ottolenghi e dedicato a Nureyev (4/8).Tra gli altri spettacoli Micha van Hoecke ed il suo Ensemble con Callas (16, 17, 18) e Concerto (21 e 23/8), con Luciana Savignano. Infine la neonata sezione Summerbeat con concerti jazz, blues e rock.www.armunia.it

I più letti della settimana

Amazon, un fenomeno da conoscere bene

Caparezza

La scelta di Caparezza

Ripartiamo

Ripartiamo. Ok. Ma come?

Simple Share Buttons