Appuntamenti

MOSTRE Michelangelo Galliani In mostra la sua produzione artistica degli ultimi anni. Circa 20 sculture e qualche lavoro pittorico dei primi anni Novanta; una installazione ed altri due interventi nella chiesa sconsacrata di San Pietro in Valle oltre a un’installazione “video” realizzata per lo scenario della chiesa di San Francesco. Michelangelo Galliani. Conserving sculptures. Fano (Ps), vari spazi comunali, fino al 18/7. La Bagheria di Scianna Un omaggio al paese natio di Ferdinando Scianna che ha cercato di ricostruire la propria infanzia e adolescenza trascorse a Bagheria. Le fotografie non restituiscono “ciò che è stato”, ma ripropongono nel presente ciò che non c’è più. Circa 390 immagini in bianco e nero, esposte per la prima volta, accompagnate da testi sparsi scritti dall’artista. Quelli di Bagheria. Lugano, Galleria Gottardo, fino al 24/8. Montale: parole e colori Oli su tavola e su cartone, disegni a pastello e a matita, alcune chine e qualche taccuino, rintracciati nelle collezioni degli eredi e nei musei. Eugenio Montale, parole e colori. Cernobbio (Co),Villa Bernasconi, fino al 30/6. Artisti sull’Everest La rassegna, nata in occasione delle celebrazioni per l’anno internazionale della montagna, proclamato dall’Onu, e del cinquantenario del Film Festival internazionale della montagna, è articolata su due gruppi: gli artisti storicizzati dal Settecento alle Avanguardie del primo Novecento; e i lavori legati alla stretta contemporaneità, fino ai giovani artisti. Everest. L’orizzonte curvo della fantasia. Trento, fino al 31/7. Il Vignola L’importanza storica di uno dei principali architetti del Cinquecento italiano si basa su un gruppo di edifici straordinariamente innovativi ed influenti presenti a Roma e nell’Italia settentrionale; come pure su fondamentali pubblicazioni teoriche riguardanti gli ordini e la prospettiva. Iacopo Barozzi da Vignola. La vita e le opere. Vignola (Mo), Palazzo Boncompagni, fino al 7/7. Casa museo di Ivan Bruschi Dopo anni di accurato lavoro la Casa di Ivan Bruschi ad Arezzo svela i suoi tesori. Dietro la bella e severa facciata del Palazzo del Capitano del Popolo si potranno ammirare pregiate Ashes and snow 200 opere tra proiezioni e fotografie virate in seppia, distribuite in 13 mila metri quadrati di esposizione, ispirate dal sogno del fotografo e documentarista canadese Gregory Colbert. Un viaggio durato dieci anni attraverso 27 paesi in compagnia di elefanti, capodogli, aquile reali, falconi, per mostrare una relazione unica e originalissima tra uomo e animali. Ashes and snow.Venezia, Corderie all’Arsenale, fino al 7/7. Opere d’arte, reperti e curiosità in un percorso sapientemente misurato fra l’eclettico e lo scientifico. Prenotazioni e visite guidate.Tel. 0575 900404; 06 32818;www.fondazionebruschi. it _ Arturo Bonfanti 1906-1978. Antologia. Locarno, Pinacoteca Casa Rusca, fino al 30/6. _ Agostino Bonalumi. Sensorialità e astrazione. Milano, Galleria Blu, fino al 13/7. IN SCENA Gli zii di Sicilia Un teatro denso di radici, quello di Claudio Collovà, ma fortemente contemporaneo. Lo spettacolo, ispirato alla tragedia shakespeariana King Lear, è il “pre-testo” per una partitura intorno all’universo delle relazioni familiari: il vecchio re Lear e le figlie Gonerilla e Regana e, come oscuro manovratore, Edmondo, che considera i vincoli della parentela come ostacoli al raggiungimento del proprio fine: impadronirsi della corona. La famiglia. Gli zii di Sicilia. Roma, Teatro Politecnico, fino al 2/6. MUSICA CAGLIARI. Il Trovatore di G. Verdi ritorna diretto da Renato Palumbo, regia di Federico Tiessi, con Susan Neves,Warren Mock, Roberto Frontali, Elisabetta Fiorillo. Teatro Lirico. Dal 31/5 al 9/6. PALERMO. Onegin, balletto in tre atti da Pushkin, musica di C¡jaikovskji, coreografia di John Cranko. Dirige James Tuggle, étoile Alessandra Ferri. Teatro Massimo. Dall’11 al 16/6. Primavera dei Teatri a Castrovillari Il festival dei nuovi linguaggi della scena contemporanea, giunto alla quarta edizione, presenta varie sezioni: Le radici e la memoria, Visioni danzanti, Nuova scena Sicilia, Scritture d’oggi. Fra i molti spettacoli da segnalare la compagnia napoletana “Libera mente” con I bambini della città di K; i calabresi Mana Chuma con Conversazione in Sicilia; il Teatro Club di Udine con Nati in casa; Ulderico Pesce in Contadini del Sud; il gruppo di danza Kinkaleri; i norvegesi Wee con A sudden, unexpected faint, di Francesco Scavetta e Gry Kipperberg; il giovane Davide Enia con Italia-Brasile 3-2, un originale viaggio tra gli splendori e le miserie del gioco del calcio attraverso le tecniche del “cunto”; mPalermo della Compagnia Sud Costa Occidentale, Carmelo Vassallo con Lupo; Fausto Paravidino con due nuovi testi: Genova ’01 e Natura morta in un fosso. Primavera dei Teatri 2mila2. Castrovillari (Cs), dall’8 al 16/6.

Leggi anche

I più letti della settimana

Altri articoli

Simple Share Buttons