100 ricette contro la crisi ecologica

Quasi 100 ricette preparate con verdure fresche e di stagione per promuovere un’alimentazione sana e sensibilizzare sulla connessione dieta/cambiamenti climatici

Una zuppa d’aglio, cipolla e zenzero, uno strudel salato di carciofi e patate, una minestra di fave e cicoria o uno sformato di verza su fonduta di bitto, cosa hanno in comune tutti questi piatti oltre ad essere buoni e a far bene? Ci aiutano a ristabilire un rapporto con la natura e a proteggere il nostro pianeta. Ed è proprio da questa idea che nascono le “Zucche alla riscossa”, un piccolo gruppo di “ribelli” impegnato a promuovere un’alimentazione sana e genuina ma soprattutto un’alimentazione che faccia bene al nostro pianeta. Sono Marta, antropologa; Gilberto, biologo-nutrizionista e Davide, attivista di Extinction Rebellion, che hanno messo insieme il loro sapere, lavoro e passione realizzando il progetto “Fresche e ribelli” una pagina dove è possibile scaricare quasi 100 ricette pensate per cucinare verdura fresca e di stagione, ricette che non solo fanno bene al nostro fisico ma fanno bene all’ambiente che ci circonda. «In Italia – ci racconta Marta – la narrativa legata alla cucina vegetariana è spesso associata a un discorso principalmente healty, per rimanere in forma, quello che invece noi vorremmo fare è legare una cucina fatta di verdure al problema del cambiamento climatico e sensibilizzare anche chi è più distante dalla cucina vegetariana, da qui nasce l’idea del ricettario».

Secondo Greenpeace la zootecnia europea emette l’equivalente di 502 milioni di tonnellate di CO2 all’anno. Includendo le emissioni indirette di gas a effetto serra, che derivano dalla produzione di mangimi, dalla deforestazione e da altri cambiamenti nell’uso del suolo, le emissioni annuali totali attribuibili alla zootecnia europea sono equivalenti a 704 milioni di tonnellate di CO2. Insomma non è una novità, una dieta intelligente abbatte le emissioni, quindi mettere in discussione il nostro rapporto con il cibo e decidere consapevolmente cosa mettere in tavola è il primo passo per provare a risanare il nostro pianeta e rallentare un ormai inevitabile disastro ecologico e climatico. Per questo tutti noi abbiamo il dovere di fare qualcosa e di provare a sensibilizzare chi ci è accanto, partendo dalle piccole decisioni quotidiani.

Marta, appassionata di cucina, ha pensato alle ricette raccolte e sperimentate negli anni, Gilberto ha dato il suo punto di vista nutrizionale e Davide ha contribuito approfondendo la connessione tra una dieta responsabile e la crisi climatica ed ecologica che stiamo vivendo. «Un’idea partita da noi tre – continua Marta –, ma che sta già riscontrando un grande successo, l’obiettivo è infatti quello di diventare una community di persone che condividono la passione per la cucina e la vivono come un piccolo atto  quotidiano di resistenza a quello che sta accadendo, ma anche una piattaforma online dove pubblicare ricette e articoli per affrontare il tema in maniera multidisciplinare, creare insieme una cultura del cibo che sia responsabile, sostenibile ed equa».

Sulla pagina “Fresche e ribelli”, è possibile anche partecipare ad una raccolta fondi che verrà destinata interamente a CascinetMutuo Soccorso Milano APSAssociazione RECUPRob de Matt, 4 realtà del territorio milanese che si occupano di tematiche ambientali coinvolgendo le comunità locali e che in questo periodo stanno sostenendo nell’accesso al cibo chi è in condizione di marginalità lottando contro lo spreco alimentare, responsabile dell’8% delle emissioni di gas serra. E sulla piattaforma, a breve, sarà possibile consultare anche una mappa dove verranno segnalati i Gas, mercati del contadino, associazioni che stanno lavorando su progetti di riforestazione urbana partendo dal basso e sensibilizzando i cittadini al tema dell’autonomia alimentare.

Il successo del progetto è stato inaspettato “forse la forza sta nel fatto che siamo 3 persone comuni, che nel tempo libero si sono messe insieme partendo da qualcosa di semplice: preparare delle ricette buone, che ti fanno sentire bene e contemporaneamente trasmettere un messaggio positivo”.

Leggi anche

I più letti della settimana

Altri articoli

Simple Share Buttons