Se ne discute

No Vax, perquisizioni delle forze dell’ordine

Controlli e perquisizioni delle forze dell'ordine nei confronti delle persone, contrarie ai vaccini, che nelle chat su Telegram ipotizzavano manifestazioni per cambiare la legge.

A Manila Health offricer displays a pair of vials of the anti-dengue vaccine Dengvaxia after being recalled from local government health centers Tuesday, Dec. 5, 2017 in Manila, Philippines. The controversial vaccine, manufactured by Sanofi Pasteur and administered to more than 700,000 Filipino children, was put on hold by the Philippines last week after new study findings showed it posed risks of severe cases in people without previous infection. (AP Photo/Bullit Marquez)
A nurse prepares a dose of the Pfizer-BioNTech Covid-19 vaccine at the at the Champmaillot nursing home in Dijon, central France, Sunday Dec. 27, 2020. France is starting its first vaccinations Sunday against the coronavirus at a nursing home northeast of Paris, in one of France's poorest regions. (Philippe Desmazes/Pool Photo via AP)

Mentre il governo estendeva l’obbligo della vaccinazione per i lavoratori esterni della scuola e delle università e per il personale delle Rsa, le forze dell’ordine hanno eseguito controlli e perquisizioni tra i cosiddetti no vax. Avendo monitorato le chat sull’app Telegram, gli agenti hanno concentrato la propria attenzione su quanti parlavano di possibili azioni violente. Poi, hanno controllato le loro abitazioni, i loro dispositivi elettronici e i loro account social. Provvedimenti che non mancheranno di inasprire ancora di più il clima già rovente relativo all’obbligo di green pass.

Guarda anche

Ue
L’Ue come anima unita

L’Ue come anima unita

di
Europa
Porto Social Summit

Porto Social Summit

A cura di

I più visti della settimana

Ue
L’Ue come anima unita

L’Ue come anima unita

di
Simple Share Buttons