libricinema

100 caratteristi del cinema italiano, di Massimo Giraldi, Enrico Lancia, Fabio Melelli. Gremese Editore, pp. 223, euro 30,00. Un volume agile, scritto da tre addetti ai lavori della Settima Arte, che è prima di tutto un atto di giustizia verso una categoria di artisti, purtroppo considerati minori. Invece, sfilano personaggi di rilievo, da Tina Pica a Massimo Messeri, da Lella Fabrizi a Umberto Spadaro, da Tiberio Murgia a Tony Sperandeo, da Ave Ninchi a Memmo Carotenuto, che hanno saputo dar colore alla narrazione, improvvisare battute comiche in buffi slang dialettali o dare espressione a ruoli drammatici o epici: senza passare inosservati, perché gli spettatori poi li ritornano a vedere e ad affezionarsi ai loro volti. Grazie allo stile piano e succoso delle schede, alle foto in bianco e nero – assai più espressive che quelle a colori – e ad una spiccata simpatia per ognuno dei cento piccoli-grandi artisti si viaggia attraverso la storia. Da non perdere, per specialisti e appassionati. Lucia Bosè. Vita Cinema Luce. A cura di Massimo Causo e Alberto La Monica. 7° Festival del Cinema Europeo, Lecce, pp. 126, euro 13,00. Ogni anno il Festival leccese dedica una monografia ad un protagonista del cinema italiano. Questa volta è toccato ad una diva di enorme fascino che da Miss Italia, nel 1947 e da una vita contadina si trova ad incontrare Luchino Visconti. Uno dei tanti incontri folgoranti di una delle grandi attrici del nostro cinema. Lavorando con talenti come Antonioni, Cavani, Soldati, Buñuel, Taviani, Fellini, Ozpetek… e frequentando personalità come Picasso, Dalì, Franco, Cocteau è stata parte dell’arte. Il testo, di scorrevole e precisa lettura, condensa interviste all’attrice e suggestioni di chi l’ha conosciuta. Ne esce un ritratto a tutto tondo, di forte impatto.

I più letti della settimana

Lorenzo è volato in cielo

Simple Share Buttons