Cuccioli

Raiuno, venerdì ore 20,45. Il 2002 è iniziato su Raiuno con una serie di fiction televisive, tra le quali Cuccioli. Il soggetto è presto riassunto: due amiche rilevano una scuola materna, che viene ribattezzata “Cuccioli”. Si tratta di una difficile scommessa anche dal punto di vista economico, ma le due ragazze non desistono. Nel loro lavoro le due protagoniste Sara e Roberta (interpretate da Amanda Sandrelli e Romina Mondello) sono circondate dai genitori, dagli amici, dai genitori dei bambini e dai vicini di casa (tra gli interpreti Ottavia Piccolo, Danny Quinn, Simona Marchini). L’asilo dunque fa da sfondo alle vicende che si sviluppano per sei puntate. Cuccioli è una serie che fa leva, fin troppo, sulla tenerezza suscitata già dalla sola presenza nel cast dei bambini. Non è certamente facile affrontare il tema dell’infanzia senza cadere nel facile tranello dei buoni sentimenti come soluzione ad ogni problema: la tutela e la crescita dei bambini hanno bisogno di altre garanzie. Non è neppure semplice sceneggiare storie che riguardano la sfera familiare senza cadere nel banale o nel poco credibile, come in alcuni episodi purtroppo succede. Eppure è meritevole l’aver trattato in una fiction televisiva, seguita da milioni di persone, tematiche che riguardano la nostra quotidianità, l’educazione dei figli, le incomprensioni di coppia, l’incomunicabilità con i figli adolescenti.

Leggi anche

I più letti della settimana

I miei segreti

Amazon, un fenomeno da conoscere bene

Altri articoli

Con lo smartphone nei campi rom

In libreria

Gocce di Vangelo 17 aprile 2021

La scelta di Caparezza

Ripartiamo. Ok. Ma come?

Corridoi umanitari: una via sicura

Voglia di potere

Simple Share Buttons