brevifilm

L’aria salata Storia familiare di un giovane educatore in carcere che s’incontra col padre detenuto. Il passato rimosso si risveglia ed il rapporto tra i due si ricucisce a fatica. Una possibile redenzione sfuma tuttavia nel finale imprevisto e quasi disperato a dire la fatica del ricominciare a credere nella vita. Girata con la macchina in spalla, l’opera prima di Angelini si segnala per la forte interpretazione di Giorgio Colangeli affiancato da un Pasotti in crescita e per la regia incisiva, spezzata, scarna. Regia di Alessandro Angelini; con Giorgio Colangeli, Giorgio Pasotti, Michela Cescon. Eragon Nel mondo del mito e di una storia remota, la crescita umana dell’eroe giovane che affronta pericoli inusitati aiutato da un drago amico. Scenografie imponenti, recitazione un po’ meno, un cast di grossi attori, il kolossal tratto dal romanzo del quindicenne-prodigio Christopher Paolini ha le attrattive della saga magica, forse a tratti soporifera, ma adatta ai bambini che ancora adorano sognare. Regia di Stefen Fangmeier; con Ed Speleers, Jeremy Irons, Sienna Guillory, Robert Carlyle, John Malkovic.

Leggi anche

I più letti della settimana

I miei segreti

kung Küng

Hans Küng, l’arte del margine

Amore e delusione

Altri articoli

Con lo smartphone nei campi rom

In libreria

Gocce di Vangelo 17 aprile 2021

La scelta di Caparezza

Ripartiamo. Ok. Ma come?

Amazon, un fenomeno da conoscere bene

Simple Share Buttons