Stile sinodale praticato nel locale

L’esperienza di un’unità pastorale in cui il venir meno della presenza di un sacerdote in ogni parrocchia, dopo l’iniziale disorientamento, si è rivelato come opportunità di ripensare l’interazione tra presbiteri, diaconi permanenti e laici. Grazie a un’attenta metodologia, si è innescato un dinamismo di partecipazione che non segue la logica della delega. Gangli vitali sono gruppi di elaborazione pastorale sovra-parrocchiali (giovani, iniziazione cristiana, liturgia, carità) e i nuovi consigli di comunità. Ce ne parlano due componenti di uno dei consigli di comunità: Giulia Iotti, direttrice di un ente di formazione professionale salesiano, e Roberto Ruini, già presidente della provincia di Reggio Emilia.  

Scarica l’articolo in pdf /

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Per visualizzarlo effettua il login

Non sei un utente abbonato?

I più letti della settimana

Eichmann

Eichmann e la banalità del male

Esercizi di… radicamento

Beato Livatino

Il giudice ragazzino “vive” ancora

Scegliere il bene ogni giorno

Simple Share Buttons