Solidarietà

Clownterapia
Per volontari e operatori sociali

Clownterapia

 

Creando un mondo di fantasia il clown trasforma gli ambienti colorandoli e risvegliando, soprattutto nei bambini, la creatività e la speranza necessarie per reagire alla sofferenza, al degrado, alla malattia, alla solitudine. Come diventare un volontario clown? L’associazione “Viviamo in positivo” offre corsi di formazione di base in tutta Italia. Le date e i luoghi in cui è possibile frequentarli sono disponibili su www.clownterapia.it

 

Dossier Caritas

Italia multietnica

 

Secondo i dati emersi nella XX edizione del Dossier sull’immigrazione, elaborato da Caritas e Fondazione Migrantes, gli immigrati regolari in Italia sono 5 milioni, il 7 per cento del totale. Il confronto tra spese sociali per gli immigrati e tasse e contributi da loro pagati, va a vantaggio delle casse statali per un miliardo di euro l’anno. I più numerosi sono i romeni (quasi un milione); seguono albanesi e marocchini (circa mezzo milione), cinesi e ucraini sono quasi 200 mila. Uscito in contemporanea col Dossier il messaggio del papa per la Giornata mondiale del migrante dove ricorda che siamo «una sola famiglia in società sempre più multietniche e interculturali».

 

Eccedenze alimentari

“Pasto buono”

 

Forte dei risultati ottenuti a Genova (15 mila pasti caldi solo nel 2009), l’iniziativa "Pasto buono", che recupera le eccedenze alimentari sane della ristorazione a favore dei bisognosi, è adesso attiva anche a Firenze e a Roma. QUI Foundation, sostenitrice del progetto, in collaborazione con la Misericordia di Firenze e la Caritas diocesana di Roma, distribuirà circa 200 pasti caldi al mese con l’obiettivo di accrescere in breve tempo questo numero e di arrivare anche a Milano, Napoli e Palermo. Per aderire come esercente: www.pastobuono.it

Leggi anche

I più letti della settimana

Altri articoli

Simple Share Buttons