Povertà  non è vizio… di forma

Attraverso dei flash, l'autore tenta di entrare nel complesso rapporto bellezza-povertà. Dove povertà non vuoI dire penuria di mezzi, ma semplice essenzialità, presenza, nell'opera, di tutto ciò che è necessario perché l'opera sia perfetta. Nulla di più. Ma neppure nulla di meno. «I fiori traggono dal suolo tutto ciò di cui hanno bisogno e niente di piu, ma vi sono orchidee e pratoline».

I più letti della settimana

Il sorriso di Chiara

Abbiamo a cuore la democrazia

Quell’articolo che ci ha cambiato la vita

La filosofia dello sguardo

Edicola Digitale Città Nuova - Reader Scarica l'app
Simple Share Buttons