Lasciar germogliare la fede

Con la società, la cultura e la Chiesa, anche la pastorale sperimenta una profonda trasformazione. Occorre nulla di meno di un cambiamento di paradigma: dalla trasmissione della fede “a senso unico” alla comune scoperta, in piena sintonia con uno stile sinodale di Chiesa. A ben guardare non si tratta di un’innovazione, bensì di un ripartire dallo stile di Gesù e dall’esperienza degli inizi del cristianesimo. In questo senso, come segnalato anche nell'articolo di Jesús Morán (pp. 15-17), alcuni teologi di lingua francese parlano da una ventina di anni di una “pastorale d’engendrement” ovvero di una pastorale generativa. La approfondisce qui il responsabile dell’ufficio pastorale della diocesi di Hildesheim (Germania). 

Scarica l’articolo in pdf /

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Per visualizzarlo effettua il login

Non sei un utente abbonato?

I più letti della settimana

Vivere, connessi, per un Mondo Unito

Chiara Lubich e Simone Weil

Ma quanto siamo fragili!

Curdi senza protettori

Simple Share Buttons