Incontro con Mario Pomilio

Scrive Pomilio: «Il nostro probabilmente è un tempo che si rifiuta al sacro, ma resta capace d'arrendersi alla santità; che cioè a farci apparire meno religioso di quanto non sia il mondo d'oggi è il fatto che esso è divenuto meno sensibile al cultuale, al devozionale, alle espressioni rituali della religiosità, mentre resta disponibile di fronte alla testimonianza vissuta, con quanto vi è connesso in fatto di carità, e di dispendio di sé, e di rischio in pro degli altri».

I più letti della settimana

Eichmann

Eichmann e la banalità del male

Esercizi di… radicamento

Beato Livatino

Il giudice ragazzino “vive” ancora

Scegliere il bene ogni giorno

Simple Share Buttons