Dal Vaticano a Londra

Esposti a Londra i cartoni e gli arazzi di Raffaello. Insieme dopo 500 anni.
Raffaello
Il 26 dicembre 1519 papa Leone X de’ Medici potè ammirare i dieci arazzi che tre anni prima aveva ordinato a Raffaello. Tessuti a Bruxelles, furono appesi sotto le storie bibliche nella Cappella Sistina (vedi foto). L’impressione doveva essere di una bellezza strepitosa. Raffinatezza e semplicità si univano agli affreschi dei maestri umbri e fiorentini sulle pareti e alla volta di Michelangelo a formare un luogo di armonia.

Ora, quattro arazzi originali sono esposti a Londra insieme ai sette cartoni anch’essi originali disegnati dal Sanzio. L’avvenimento è eccezionale. Accompagna la visita del papa in Inghilterra. Poi, cartoni ed arazzi hanno avuto una storia travagliata, passando dal Sacco di Roma alle depredazioni napoleoniche sino a trovare pace gli uni in Vaticano, gli altri a Londra, dove si sono riuniti dopo 500 anni.

Ammirare il “cartone” preparatorio del Sanzio e poi vederlo “finito” in ori e colori negli arazzi è uno spettacolo unico. Raffaello lascia scorrere la fantasia dall’epos al lirico. In particolare, nel Pasce oves meas, dove la tenerezza del Cristo ha fatto scuola per secoli. Quanto al pittore, doveva morire il 17 aprile 1520, a 37 anni, solo qualche mese dopo questi capolavori.

 

Victoria & Albert Museum, Londra, fino al 17/10.

 

Leggi anche

I più letti della settimana

Altri articoli

Simple Share Buttons