Vite dei Santi

Una serie composta da 36 documentari di 30 minuti ciascuno, ognuno dei quali racconta la vita di personaggi come Teresa di Lisieux, san Francesco, Gianna Beretta Molla.
Gianna Beretta Molla

Vite dei santi è una serie composta da 36 documentari di 30 minuti ciascuno, ognuno dei quali racconta la vita di personaggi come Teresa di Lisieux, san Francesco, Gianna Beretta Molla.

Ci troviamo di fronte a un prodotto un po’ diverso e a tratti innovativo: i documentari, presentati da Massimo Allegri la domenica alle 9 e 30 su Rete4, sono di alto livello e lasciano intravedere il lavoro particolare, durato anni, che ha portato gli autori e il regista a raccogliere molto materiale inedito. Allegri e la sua piccola troupe hanno investito tempo e risorse nei luoghi frequentati dai santi e che oggi trasmettono, attraverso le persone che hanno deciso di seguirne le orme, serenità al cuore e una felicità che non è estemporanea, ma vera fioritura umana.

 

In ogni puntata si individua un filo conduttore nella narrazione che dice, a chi guarda, l’armonia tra contemplazione e azione, rendendo attuali e alla portata di tutti le vicende narrate: è vero, ci sono conventi, case, ma soprattutto sono le persone vive a fare la differenza. Grazie a un montaggio ricco, fatto di buone scelte musicali e concepito con due voci narranti, il telespettatore si trova ad affrontare un viaggio coinvolgente e appassionante. Una bella proposta, che mostra il volto più vero e accattivante della Chiesa, fatta di una santità normale e quotidiana, dove non vengono in luce degli eroi, ma coloro che si sono fatti carico di quelle piccole fedeltà che rendono grandi i nostri giorni. Affiorano così alla mente le parole di Bernanos, quando ci ricorda che «la santità non è un lusso, ma è l’unica necessità dell’uomo del nostro tempo».

 

I più letti della settimana

Dialogando con Tiziana Merletti

Si può imparare a litigare?

fedeltà

A proposito di fedeltà

Verso un noi sempre più grande

Simple Share Buttons