Verso l’Universiade Napoli 2019

Prevista la partecipazione di 8 mila atleti di 127 Paesi. Si comincia il 3 luglio con una cerimonia di apertura nello stadio San Paolo

La Campania si prepara all’Universiade estiva, che si svolgerà a Napoli dal 3 al 14 luglio, ed è considerata la più importante manifestazione sportiva dopo l’Olimpiade, rivolta ad atleti universitari di età compresa tra i 18 e i 25 anni.

L’Universiade, nella sua forma moderna e attuale, fu ideata da Primo Nebiolo, dirigente sportivo italiano, che ne organizzò la prima edizione a Torino nel 1959. In un mondo in cui i conflitti sociali ostacolano la coesistenza, l’Universiade intende promuovere lo sport e, oltre la mera competizione basata sui risultati, valori quali: cooperazione, inclusione, tolleranza, rispetto e supporto. Nella regione sono dislocati gli oltre 60 impianti sportivi che ospiteranno gare e allenamenti della manifestazione. Saranno 8 mila gli atleti, provenienti da 127 Paesi, che si sfideranno in 18 discipline sportive, come nuoto e tuffi, calcio e atletica, volley e basket e per la prima volta il rugby 7.

La più grande delegazione attesa a Napoli è quella italiana, con oltre 400 giovani atleti, seguita da quelle di Stati Uniti, Russia e Giappone, con oltre 300 partecipanti, mentre il record della delegazione meno numerosa, con soli due atleti, spetta all’arcipelago africano di Sao Tomè e Principe. I villaggi atleti saranno dislocati tra Napoli, Salerno e Caserta.

Nel capoluogo partenopeo la location sarà sicuramente suggestiva: infatti, due navi da crociera appositamente attrezzate, ancorate al porto, ospiteranno gli atleti, mentre la Stazione Marittima sarà il polo principale di gestione. La grandezza di un evento la si percepisce dai numeri, anche quelli all’apparenza meno significativi. Infatti, per Napoli 2019 ci saranno centinaia di persone a seguito degli atleti (personale tecnico e stampa) e migliaia di accompagnatori (amici e familiari). Si stima, poi, che per tutta la durata della 30a Universiade estiva occorreranno circa 800 mila litri d’acqua, 500 mila litri di soft drink, 400 mila bustine di bevande isotoniche, ma non solo; 10 mila asciugamani, 650 palloni di calcio, 250 palloni per il basket, 120 palloni per il rugby.

Migliaia saranno anche i volontari coinvolti a supporto delle delegazioni straniere, negli impianti sportivi, nella comunicazione, ecc. Il 2019 è un anno particolare per le Universiadi. Infatti, oltre a ricordare il 60° anniversario della prima, si celebrerà anche il 70° anno della fondazione della Federazione internazionale sport universitari (Fisu), nata nel 1949 in Italia (Merano), e il 40° anniversario del record mondiale di Pietro Mennea all’Universiade del Messico nel 1979 (19.72 s sui 200mt). La cerimonia di apertura si svolgerà il 3 luglio nello stadio San Paolo, mentre quella di chiusura si svolgerà il 14 luglio nella meravigliosa cornice di piazza del Plebiscito. Per informazioni: www.universiade2019napoli.it.

Leggi anche

I più letti della settimana

Altri articoli

Simple Share Buttons